Corona non per Mac

di |
logomacitynet696wide

Corona, il sistema per la codifica video elaborato da Microsoft e che dovrebbe scalzare il dominio di MPEG, non arriverà  per Mac. «Abbiamo altri progetti per ora», dicono a Redmond

Corona, la nuova tecnologia per il video sviluppata da Microsoft, potrebbe non arrivare mai su Mac. Un indirizzo in questo senso traspare da alcune dichiarazioni rilasciate ieri alla stampa dalla stessa Microsoft, interpellata nel contesto del rilascio di QuickTime 6
Secondo Jonathan Usher, direttore della Windows Digital Media Division, Corona sarà  focalizzato su altri mercati che non quello Mac. «Abbiamo altri progetti al momento». Sollecitato su futuri progetti in merito Usher ha preferito non commentare. «La nostra attenzione ora si concentra sulla versione per Windows XP – ha detto – oltre che su altre versioni di Windows»
Ricordiamo che Corona è il nome in codice di un set di tools per il video streaming e per l’encoding video che nei progetti di Microsoft dovrebbe divenire il sistema dominante sul mercato. Corona dovrebbe essere usato in tutti i sistemi multimediali digitali, dalla codifica per i DVD fino alla diffusione di contenuti su Internet e via cavo. In questo senso si tratterebbe del principale concorrente di MPEG-4 supportato in prima fila proprio da Apple con il suo QT 6 ma anche dalla maggior parte della concorrenza di Microsoft, come Real Networks e dalla folta rappresentanza delle società  raggruppate nella ISMA, l’Internet Streaming Media Alliance.