Crollano le vendite di Zune

di |
logomacitynet696wide

Tra le pieghe del bilancio Microsoft emergono le difficoltà di Zune: fatturato ridotto del 54% nell’ultimo trimestre. Stanno scorrendo gli ultimi giorni per il player che doveva insidiare iPod?

Sono giorni bui per la piattaforma della musica digitale di Microsoft. A testimoniarlo è la stessa società  di Redmond con alcuni dati che emergono tra le pagine della suo bilancio trimestrale. A dare l’idea di quanto difficile sia stato e continui ad essere difficile contrastare Apple ed iPod sono soprattutto le cifre messe insieme da Zune.

Il fatturato prodotto dal player è letteralmente crollato: 100 milioni di dollari in meno rispetto al periodo di Natale del 2007 pari al 54% di riduzione rispetto al 2007, non può essere attribuito unicamente agli sconti praticati rispetto ai modelli precedenti, ma va in carico anche ad un sicuro abbattimento delle unità  vendute.

Microsoft attribuisce in alcune interviste di Adam Sohn, marketing director di Zune, al clima economico e al target di mercato che sommati hanno dato luogo ad una sorta di tempesta perfetta che ha messo in seria difficoltà  il lettore di musica digitale. In realtà  Apple, forse anche aiutata dal mercato internazionale che non ha subito la crisi quanto quello americano (Microsoft vende lo Zune solo in Nord America), ha fatto segnare un aumento delle vendite dei suoi lettori del 3% con un calo del fatturato di “solo” il 16%. Apple ha anche raccolto 3,3 miliardi di dollari di fatturato contro gli accennati 100 milioni di dollari di Microsoft.

Nonostante lo stesso Sohn professi fiducia, sottolineando che le vendite sono state pari alle attese, sussistono segnali concreti di una uscita di Microsoft dal mercato hardware dei lettori di musica digitale. Il principale scaturisce da alcune dichiarazioni di Steve Ballmer, che ha fatto intendere come la vicenda dei lettori di musica digitale “specializzati” prodotti da Microsoft sia al capolinea e che al loro posto ci saranno dispositivi multiuso, con i servizi Zune concessi a partner di Redmond.

Vale forse la pena di ricorcare che Ballmer un paio di anni fa aveva previsto che dopo una battaglia accesa alla fine Zune avrebbe prevalso su iPod.