Ellison spara a zero su Microsoft

di |
logomacitynet696wide

Il keynote di ieri al Comdex tenuto da Ellison si è trasformato nel solito comizio anti-Microsoft. Microsoft’s Exchange? Da buttare. L’accordo al processo? Una beffa. E per prendere in giro Microsoft c’erano anche delle tazze per il caffé

Microsoft’s Exchange? Il Server di posta di Microsoft? Roba da buttare letteralmente dalla finestra. Larry Ellison ha sempre pochi peli sulla lingua e quando si tratta di Microsoft ne ha anche meno e ieri non si è smentito.
Parte del keynote del CEO di Oracle, infatti, é stata dedicata proprio a denigrare uno dei prodotti chiave di Redmond, Microsoft’s Exchange appunto. Secondo Ellison sarebbe “inaffidabile e insicuro”, qualche cosa di assolutamente improponibile. Al suo posto gli utenti dovrebbero acquistare un modulo per Oracle 9i prodotto, ma guarda un po’, proprio dalla società  di Ellison. “Qui non si tratta di migrare – ha rincarato la dose il vulcanico amministratore delegato – ma di buttare dalla finestra Microsoft Exchange per affidarsi ad un server che funziona”.
Successivamente ce n’è stato anche per l’accordo tra DOJ e Microsoft definito da Ellison come “Una vittoria per Redmond e una sconfitta per il governo. E come avere una videocassetta in mano con la faccia di ha rapinato una banca e decidere di lasciare andare il colpevole.
Nel corso del keynote i rappresentanti di Oracle hanno anche distribuito delle tazze da caffé con il marchio di Oracle con scritto sopra “Infrangibile” accompagnate da altre in plastica leggera e trasparente. Su queste ultime c’era scritto “Software Microsoft per business fragili. Non funziona con Java”. Il gioco di parole si fonda sul fatto che Java, oltre che il linguaggio di Sun; è anche è una qualità  di caffé che molti amano bere bollente. Le tazze non sarebbero quindi in grado di contenere quel tipo di caffé allo stesso modo in cui il sistema operativo di Microsoft, non compatibile con Java, non sarebbe in grado di svolgere compiti particolarmente impegnativi.