Gassée: “Mai BeOs su G3 e G4”

di |
logomacitynet696wide

Se qualcuno, sulla scorta di un comunicato stampa ambiguo emesso da Be, si fosse fatto venire strane fantasie sulla possibilità  che BeOspotesse davvero girare su G3 e G4 dovrebbe dare un’occhiata questa edizione della newsletter a della società  controllata da Gassée. Nell’articolo in questione si spiega che prima di poter prendere una decisione sull’ipotesi di produrre un sistema operativo per la piattaforma PPC “standard” proposta gratuitamente da IBM a tutti produttori intenzionati a distribuire macchine con in bundle Linux, Be deve avere accesso ad informazioni precise sul chipset in uso e su da chi e come verranno mantenute e aggiornate queste schede madri. La riflessione sul chipset è l’occasione per Gassée di spiegare perchè non è possibile per Be produrrre software per macchine Apple.

Se Apple vende quantità  considerevoli di G3 e G4 – si legge nella newsletter – perchè Be non supporta i G3 e i G4? La risposta è semplice: si tratta di un problema di chipset. Intel non ha un sistema operativo da difendere. Nel loro interesse alla Intel si proclamano “agnostici” sul tipo di OS da utilizzare sulla loro piattaforma. Più opzioni ci sono, meglio è per loro. Per Apple il caso è differente. Posseggono e vendono un Os e come Microsoft non hanno alcuna ragione di aiutare un concorrente. Linux fornisce accesso ad applicazioni Unix e quindi la competizione con il tradizionale interesse di Apple per il multimedia è scarsa (Apple ha supportato in passato i produttori di LinuxPPC NDR). Lo stesso non si può dire per BeOS; vedo una logica nella decisione di Apple di non aiutarci ad accedere alle informazioni tecniche necessarie sul chipset per produrre una versione per G3 e G4″.
Insomma, dice Gassée, fino a quando Apple resterà  una società  che produce software nessuno può pensare di vedere comparire versioni per Mac di BeOs, come dire, visti gli sforzi che Apple sta compiendo per preparare un Os moderno, che non ci sarà  mai più un BeOs per Mac.