Gli Stati: Microsoft fa melina

di |
logomacitynet696wide

In USA gli Stati respingono la richiesta di Microsoft di rinviare l’udienza per fissare i rimedi per il caso di esercizio illegale del monopolio. “Vogliono solo dilazionare la punizione”.

Gli Stati chiedono alla giudice Kollar-Kotelly di respingere la richiesta da parte di Microsoft di differire l’udienza per fissare i rimedi conseguenti al condanna per esercizio illegale del monopolio.
Secondo gli Stati la proposta di Microsoft non sarebbe altro che il riciclaggio di argomentazioni già  avanzate in passato e già  respinte in precedenza. “Non sorprende – dicono in un documento presentato alla corte – che Microsoft preferirebbe continuare a ritardare il procedimento che la priverebbe della possibilità  di utilizzare pratiche indicate come non legali dalla corte d’appello”
Microsoft ha respinto l’accusa di utilizzare pratiche dilatorie ritorcendo contro gli Stati che non hanno accettato la mediazione raggiunta con il dipartimento di giustizia la colpa di “essere andati ben al di là  degli scopi della fase che si propone di avanzare un rimedio aprendo di fatto un caso interamente nuovo”
Ricordiamo che la giudice Kollar-Kottely intende ascoltare le parti il prossimo 11 gennaio. “Gli Stati saranno pronti per quella data – ha detto l’attorney dello Iowa Tom Miller – e anche Microsoft può essere pronta. Abbiamo proposto rimedi ragionevoli e il giudice ha predisposto un calendario altrettanto ragionevole”