Gmail conquista la terza piazza della posta elettronica

di |
logomacitynet696wide

Il servizio gratuito di Google, il primo grande passo fuori dal mondo del search online, è diventato il terzo servizio più popolare al mondo, scalzando America OnLine. Al vertice rimangono Hotmail (numero due) e Yahoo! (numero uno).

In cima alla vetta più alta del mondo della posta elettronica c’è lei, Yahoo!. Bistrattata, semiacquisita, sempre sull’orlo del collasso, ma ancora il servizio più popolare e diffuso di posta elettronica sul pianeta. Decine e decine di milioni di caselle di email che ogni giorno pompano dentro e fuori messaggi, definendo l’identità  e la capacità  di comunicare di centinaia di milioni di persone.

Segue Hotmail, che era nata “libera e selvaggia”, poi è stata acquisita da Microsoft e nonostante tutto si difendeva in maniera più che ragionevole. Ha avuto il suo grande momento di crisi solo quando sul mercato è spuntato un concorrente che offriva caselle di posta da 5 Gigabyte di spazio. Una enormità . Però quelli di Hotmail hanno fatto uno sforzo e si sono adeguati. Come premio, adesso il capo vuol cambiare loro nome, ma questa è un’altra storia.

Invece, quel che è entrato ieri nella storia ufficialmente è il sorpasso che vale un posto sul gradino più basso del podio e segnala una lunghissima agonia di uno storico servizio. Si tratta del sorpasso di Gmail, la posta dei miracoli, ai danni di AOL, il più antico tra i servizi attualmente in funzione per i messaggi digitali. AOL oltretutto poggia su posta elettronica e connettività  via modem il cuore del suo business agonizzante. Inoltre, Time Warner ha deciso entro la fine dell’anno di scorporare la sua filiale, il cui modello di sviluppo è stata l’irraggiungibile pietra filosofale per almeno una dozzina di amministratori che si sono succeduti alla guida dell’azienda.

Gmail è invece il classico giovane sfidante, pieno di energia e dai capelli che luccicano al sole. Arriva in terza posizione dopo essere stato strumentale ai successi di Google in più di una maniera. àˆÂ il primo servizio “comprensibile” tra i tanti offerti dalla casa di Mountain View. Ha cambiato i paradigmi della posta elettronica via web. Costituisce la pietra angolare nella creazione di utenti registrati per Google (ai differenti servizi si accede sempre con l’identità  di Gmail). àˆ ben funzionante. Saluti e onori delle armi ad AOL e speriamo che questo segnale non sia di cattivo auspicio per il buon vecchio gruppo.