Il Wi-Fi di Starbucks diventa a pagamento?

di |
logomacitynet696wide

Gli Starbucks cominciano a far pagare per l’accesso wireless nelle loro caffetterie, il primo “cattivo esempio” a Portland.

Precursori dei tempi, gli Starbucks (caffetterie molto popolari in nord America), hanno installato da tempo delle reti wireless gratuite nei loro punti vendita, per i clienti che desiderano accedere gratuitamente al web con il loro portatile,
Ora giunge notizia che a Pioneer Courthouse Square, a Portland in Oregon, presso lo Starbucks locale, sia necessario pagare per questo servizio: 30 dollari al mese.
La motivazione è che tutti gli abitanti della zona approfittavano senza usufruire dei prodotti di Starbucks con decadimento della qualità  della connessione per i clienti del locale, aggiungiamo pure che nella stessa piazza c’è un accesso libero fornito da WebCriteria e Personal Telco e chi, tra coloro che hanno bisogno di un canale libero in zona, farebbe distinzione tra questo e uno fornito invece da Starbucks?
Famosi per avere creato le piu’ strampalate bevande a base di caffè mai comparse su questo pianeta i locali erano anche il ritrovo preferito dai cultori del wireless free.. riusciranno a mantenere i clienti piu’ interessanti al web che al “Frappuccino” o al “Caramel Macchiatto”?