Il mio portafoglio è più gonfio del tuo

di |
logomacitynet696wide

Bill Gates, secondo qualcuno, non è più l’uomo più ricco del mondo. Al suo posto ci sarebbe Ellison.

Le prossime settimane, forse addirittura i prossimi giorni, forse le prosssime ore per come sta andando il mercato, potrebbero segnare una data storica, almeno per il mondo attento ai pettegolezzi più che alla sostanza dell’IT: Bill Gates potrebbe essere scalzato dal trono di più ricco del mondo. Anzi secondo qualche organo di stampa la data storica sarebbe già  scoccata e al suo posto siederebbe Larry Ellison, membro del consiglio di amministrazione di Apple, amico (“unico amico”, come ama ripetere lui) di Steve Jobs, ma soprattutto presidente e padrone assoluto di Oracle.
Proprio la crescita della società  che produce il database leader al mondo nel settore dei computer di rete avrebbe doinarto il primato al vanitoso multimiliardario dell’Information Technology. La crescita percentuale del titolo Oracle (+500% circa in 12 mesi) e il calo delle azioni di Microsoft hanno avvicinato moltissimo i due nell’ideale classifica dei supericchi mondiali tato vicini che, secondo una stima di qualche giorno fa, infatti Ellison aveva un capitale personale in azioni di circa 52 miliardi di dollari (più o meno 110.000 miliardi di lire) mentre Gates contava su circa 130.000 miliardi di lire di capitale. le oscillazioni di questi giorni e il crollo di Microsoft avrebbero consegnato il primato a Ellison.
“Non so se questo possa turbare Gates, ma Larry ne avrebbe una soddisfazione immensa”, ha detto a C/Net Mike Wilson noto per essere l’autore della biografia, immaginiamo molto poco autorizzata di Ellison dal titolo “La differenza tra Dio e Larry Ellison: Dio non pensa di esssere Larry Ellison”. “D’altra parte – ha aggiunto Wilson – a questo ha sempre puntato il proprietario di Oracle: essere l’unico rivale di Gates e batterlo in tutti i campi”, compreso quello della ricchezza.
Al contrario non sembra che Gates si possa preoccupare eccessivamente di questo possibile sorpasso, che sembra più concentrato sulla battaglia con il Governo. “Penso che al proposito Gates sia molto maturato – ha detto J Richard, di J Richard & Co., una società  che si occupa dell’analisi dei compensi dei manager – e si sia lasciato dietro alle spalle questa questione”.