In Italia si venderanno 200mila iPhone entro il 2008?

di |
logomacitynet696wide

Un analista americano fa qualche conto sul mercato potenziale di iPhone e aumenta le proiezioni sulle vendite del telefono portandole vicine ai 17 milioni. L’Italia da sola grazie ai 65 milioni di contratti di Vodafone e Tim potrebbe toccare le 200mila vendite entro l’anno.

La velocità  con cui Apple sta procedendo all’espansione degli accordi a livello internazionale per iPhone sorprende gli analisti. Questo quello che si apprende da una nota consegnata ai suoi clienti da Gene Munster, di Piper Jaffray.

Secondo Munster infatti, se era immaginabile che Apple avrebbe accelerato nel tentativo di moltiplicare il numero dei gestori di telefonia mobile ai quali affidare il compito di vendere il cellulare, le previsioni erano per un ritmo molto più lento: “Sono 8 mesi avanti rispetto a quello che si poteva prevedere”, dice Munster.

Attualmente, scrive sempre Munster, Apple ha la possibilità  di vendere iPhone attraverso un gestore di telefonia mobile in 42 nazioni per un totale di 575 milioni di clienti già  in essere. Se il telefono di Apple dovesse essere in grado di mantenere la percentuale del 3%che ha attualmente là  dove esso viene venduto, si possono stimare vendite, entro l’anno, di 16,6 milioni di iPhone.

In realtà , se le tabelle pubblicate da alcuni siti corrispondono a quelle contenute nello studio di Munster, le prospettive per Apple potrebbero essere anche migliori, visto l’analista di Piper Jaffray sembra essersi dimenticato di includere nell’elenco Tim. L’errore, se verificato, varierebbe in maniera rilevante, i conti. L’operatore italiano, sostanzialmente affiancato al primo posto in Europa per numero di contratti con T-Mobile Germania, con i suoi 36 milioni di contratti porterebbe a 610 milioni il totale del mercato potenziale di iPhone; in aggiunta a questo, mantenendo il 3% di penetrazione di mercato e usando il sistema utilizzato da Munster per calcolare il numero possibile di iPhone venduti, se ne aggiungerebbero altri 110mila circa.

Il mercato italiano, da solo, usando sempre il metro di Gene Munster, potrebbe assorbire quasi 200mila iPhone. Il numero si ricava sommando ai 110mila telefoni potenziali di Tim i circa 90mila che potrebbe vendere Vodafone grazie ai suoi 30 milioni di contratti. Tutto questo, ovviamente, dando per scontato che l’iPhone di Vodafone e quello di Tim arrivino nello stesso giorno nei negozi