Linus Torvalds usa un PowerMac G5 per il “suo” Linux

di |
logomacitynet696wide

Su che computer far girare al meglio il sistema operativo open source per eccellenza, nato quattordici anni fa grazie programmatore scandinavo Linus Torvalds? Lui non esita e sceglie un PowerMac G5 con doppio G5.

Con decine di distribuzioni di Linux, svariati PC in grado di farlo girare e versioni specializzate per specifici processori, Linux è un sistema operativo robusto ma ancora poco digeribile dal grande pubblico, la sua nicchia, come quella del Mac, resta intoccabile per chi lo utilizza con soddisfazione.

I fan del “pinguino” non sono accomunati dall’uso di un hardware unico e vari sono i motivi che spingono alcuni verso l’architettura classica x86 (depurata da Windows spesso pre-installato) e altri verso, per esempio, la PowerPC, la stessa usata da Apple.

PowerPC è adoperato massicciamente anche nei server Linux di IBM con POWER, forse l’espressione di massima potenza del settore.

Linus Torvalds, chi ha iniziato la storia di Linux in Finlandia, nel lontano 1991, creandone un kernel gratuito, oggi continua a lavorare attorno alla sua creatura ed è stimato per il suo impegno dall’intero mondo informatico.

Che computer ha scelto ora Torvalds per sviluppare Linux?

In un’intervista concessa a Martin Streicher di Linux Magazine, la confessione del padre di Linux: “uso un doppio PPC (un processore interessante) di Apple, naturalmente con Linux e non OS X”.
Tradotto in termini più comprensibili per gli utenti della mela significa un Apple PowerMac Dual G5.

“Linux gira su circa venti architetture” aggiunge Torvalds.

torwald