Mac OS, un fortino contro la pirateria

di |
logomacitynet696wide

Il Mac OS è tra i sistemi meno attaccabili da parte della pirateria informatica. Lo testimonia un report di una società di indagine indipendente.

Il Mac OS è tra i sistemi operativi più impermeabili agli attacchi dei pirati informatici. A testimoniare la solidità  dell’Os di Cupertino è una ricerca indipendente, svolta da mi2g Ltd

La società  di indagine riporta in un suo report come nel Mac OS nel corso del 2002 siano stati scoperti solo 25 punti deboli e potenzialmente pericolosi a fronte di un attacco di hacker. Solo due sistemi Unix, il Tru64 di Compaq e il SCO Unix di SCO Gourp, hanno manifestato meno di 25 “bachi” inerenti la sicurezza. Al confronto Windows ne ha rivelati più di 500 e Linux più di 200.

In tutto i buchi nel sistema di sicurezza degli OS scoperti nel corso del 2002 sono stati 1162, meno dei 1506 dello scorso anno. Tuttavi l’anno in corso è già  di gran lunga il primo nel non vantabile primato degli anni con il maggior numero di attacchi informatici. Il numero di atti di pirateria registrati è stato del 54% più alto rispetto a quello del 2001.

Il Mac OS, con una percentuale di utilizzo variabile dal 3 al 5% a seconda dei mercati, è stato oggetto di solo lo 0,5% degli attacchi informatici.

I danni prodotti alla collettività  dalla pirateria informatica sono enormi. Secondo mi2g il costo complessivo supportato per gli attacchi, se si includono anche i virus, va dai 33 ai 40 miliardi di dollari.