Macworld, successo su tutti i fronti

di |
logomacitynet696wide

In attesa dei dati ufficiali e dei numeri che verranno forniti da Apple e dal Macworld, si può già  dire che la rassegna di San Francisco è stata un successo almeno dal punto di vista dell’interesse. Lo dimostrano i dati a disposizione di Macity e che si ricavano dal traffico senza precedenti generato sui nostri server.

Come tradizione facciamo il punto sul Macworld Expo dal nostro… punto di vista, quello di Macity.

Snocciolare cifre, dati, numero di hits e pagine servite, valga da premessa, non è un modo per vantarsi dei risultati, ma un buon sistema per capire e far capire l’interesse che circonda un evento e di conseguenza misurare la temperatura, prossima futura, di Apple.

Alla luce di tutto questo e facendo una prima, sommaria, conta di quello che è accaduto su Macitynet da lunedì scorso a ieri, possiamo ben dire che Jobs questa volta ha allestito un keynote di grande spessore che ha scosso fin dalle fondamenta la comunità  Apple e questo non solo per l’ennesimo record di pagine servite (da sempre i Macworld su Macity fanno segnare, per il costante trend di crescita della rete, un numero di pagine servite superiore a quelli precedenti), ma per lo straordinario “spread” rispetto alla settimana media.

Macitynet dallo scorso lunedì a ieri, infilando quindi tre giorni festivi (solitamente segnati da dati largamente al di sotto di quelli di un giorno medio, ci dicono che nostri server hanno fornito più di 600.000 pagine con oltre 17.000 differenti utenti in un giorno. Dati sicuramente straordinari e che, come accennato, rappresentano una crescita sicuramente inusuale rispetto a quella, pur molto consistente, che si verifica in coincidenza con i Macworld.

Questo intenso traffico ha avuto anche qualche piccolo risvolto negativo come una certa “pigrizia” nel servizio delle pagine. D’altra parte il nostro server, sovradimensionato per permettere una comoda fruizione anche nei giorni di picco, si è trovato a fare fronte ad un eccezionale e inatteso carico di lavoro. Nel giorno del keynote, nonostante la disabilitazione di tutti i servizi non “front end” e la scelta di servire la pagina del discorso inaugurale senza immagini e senza pubblicità , abbiamo avuto quasi 2.5 milioni di processi, ben più del doppio di un giorno che classifichiamo a traffico intenso, con picchi di 70 processi al secondo (e tre pagine servite al secondo) nei momenti di maggiore affluenza. Comprensibili, dunque, i segnali di affaticamento che hanno segnato alcune ore del nostro servizio Internet.

Tutto questo, come accennavamo all’inizio, è stato sicuramente merito degli annunci di Jobs. Un interesse che è stato altissimo per le novità  dell’hardware, ma anche del software e di questo fa fede anche il nostro Forum dove si sta discutendo con passione e partecipazione di prodotti come le nuove applicazioni, X-11 e, soprattutto, Safari.

Come vi abbiamo anticipato sono in allestimento altri servizi dall’Expo, risultato di interviste e di indagini dei nostri inviati al MacWorld: tireremo le somme a fine settimana.
Saremmo felicissimi di raggiungere già  da gennaio gli obiettivi che ci eravamo posti per quest’anno: raggiungere il milione e mezzo di pagine servite con oltre 200.000 lettori diversi in un mese; ci siamo vicinissimi e non possiamo che ringraziare di questo i nostri collaboratori, gli sponsor che ci permettono di sostenere i notevoli impegni di infrastrutture e servizi e soprattutto i nosti lettori e la comunità  Mac collaborativa e attiva come non mai.