Nvidia porta il chipset 9400M anche nei netbook

di |
logomacitynet696wide

E’ attesa per oggi la presentazione da parte di Nvidia di una versione del chipset GeForce 9400M adatta per l’integrazione nei sistemi netbook e nei computer desktop compatti. Integrazione e maggiori prestazioni grafiche porteranno a una crescente competizione con i chipset Intel.

Dopo il successo riscosso con Apple grazie all’integrazione del chipset GeForce 9400M in tutti i nuovi portatili della Mela, Nvidia si appresta a sferrare un altro attacco nel settore dei chipset per i netbook e i computer desktop compatti ed economici, finora dominato da Intel. E’ atteso per oggi un comunicato Nvidia in cui il costruttore di processori grafici annuncerà  una nuova versione del chipset GeForce 9400M integrabile nei netbook e nei desktop compatti: oltre ad offrire prestazioni grafiche sensibilmente superiori alle soluzioni integrate da parte di Intel, la nuova tecnologia Nvidia è in grado di ridisegnare caratteristiche, funzioni e anche posizionamento dei sistemi che rientrano in questa fascia di mercato.

Nelle ultime settimane sono state diverse e anche contraddittorie le notizie relative a Nvidia e l’approdo al settore netbook: inizialmente è sembrato che il costruttore non fosse interessato, si veda per esempio qui mentre voci in circolazione tra i costruttori del mondo PC lasciavano supporre addirittura una collaborazione tra Nvidia e Intel per portare la grafica del primo nei sistemi basati su Atom. Oggi in Rete circolano conferme circa lo sbarco del 9400M sugli ultracompatti ed economici PC, tra gli altri si veda qui.

Analisti e ricercatori non mancano di sottolineare che la potenza grafica del 9400M oltre a garantire prestazioni 3D superiori, codifica dei film in alta risoluzione direttamente su GPU e altro ancora, rischia di portare nuova concorrenza per Intel sotto due punti di vista. Il primo ovviamente nel settore della grafica integrata in cui le soluzioni Nvidia sono sempre risultate superiori rispetto al gigante dei processori. La seconda via di concorrenza è invece indiretta. Il chipset 9400M è in grado di gestire senza problemi schermi più grandi e risoluzioni grafiche superiori, permettendo così di integrare LCD con diagonali superiori rispetto ai 7-10 pollici finora visti sui netbook.

Con sistemi compatti ed economici dotati di schermi da 12 e più pollici, i netbook ma anche i desktop compatti potranno sostituire più agevolmente i notebook tradizionali ad un prezzo più contenuto, con l’inevitabile conseguenza di rosicare quote di vendita e di mercato dai sistemi notebook tradizionali, terreno in cui Intel con Centrino domina la scena da anni.