Ospiti (poco graditi) in casa Palm

di |
logomacitynet696wide

Si apre il prossimo mercoledì a Santa Clara la conferenza degli sviluppatori Palm. Ci saranno però anche ospiti poco graditi gli uomini di Bill Gates, in città per guardarsi i giro e, possibilmente, convincere qualche sviluppatore a passare a PocketPc

La conferenza degli sviluppatori Palm che si apre il prossimo mercoledì a Santa Clara avrà  un convitato poco gradito. Si tratta di Bill Gates rappresentato nella città  californiana da una manipolo di alti dirigenti e tecnici della piattaforma PocketPc che negli stessi giorni e nelle stesse ore in cui si tiene l’incontro riservato alle prospettive del PalmOs, hanno in programma una cena e una serata ad inviti per sviluppatori del maggior concorrente di Palm
Il tentativo, piuttosto scoperto, è quello di contattare il maggior numero possibile di sviluppatori Palm per convincerli a passare al mondo PocketPC superando quello che al momento è il limite maggiore per la proliferazione dello standard: la mancanza di applicazioni.
Secondo alcuni osservatori Microsoft intenderebbe superare questo limite “reclutando” gente che ha già  lavorato su applicazioni per palmari e nessuno più di Palm ne ha: sono infatti circa 120.000 tra grandi case e produttori indipendenti a lavorare su applicazioni per PalmOs.
La reazione di Palm alla notizia dell’incursione di Microsoft è stata distaccata. “Hanno pochi sviluppatori e ne vogliono di più ha detto a ZDNet il COO di Palm Alan Kesser – non siamo sorpresi di quello che stanno facendo. Si tratta di un orizzonte competitivo che potrà  dare benefici anche ai nostri sviluppatori. Ma molti di essi hanno già  dato un’occhiata a PocketPC – ha chiuso con tono vagamente ironico Kesser – e sanno di che cosa si tratta”