QT: più utenti, più bugs

di |
logomacitynet696wide

Tra le novità  di QT 4.1.1 ci sono alcuni big fix, un miglior supporto alle decodifica DVD e la compatibilità  cross-platform con windows 2000. Le modifiche allo strumento per la riproduzione di multimedia e in streaming su Internet è stato reso noto da Apple stessa che parla di “qualità  incrementata ma progressi nel supporto anche di velocità  di trasmissione basse”. “In futuro – ha detto la portavoce di Apple Rhona Stratton – sempre più siti useranno QuickTime per le loro trasmissioni in diretta su Internet. In molti apprezzano QT per la sua qualità  e la scalabilità  su differenti tipi di macchine”.

Intanto però dalla comunità  QT giunge anche qualche accusa nei confronti di Apple che, secondo fonti non precisate citate da Maccentral “avrebbe una politica di beta testing non particolarmente attenta quando si tratta di QuickTime”. Questo sarebbe dimostrato dal fatto che sia la versione 4.0 che la versione 4.1 introducono bugs che non erano presenti nelle versioni precedenti. “Ma questo sarebbe il meno – sostengono gli intervistati -; si tratta anche di bugs molto facili da individuare e che giungono all’attenzione degli utenti Mac in poche ore, scoperti da un numero considerevole di utilizzatori”.
Anche 4.1.1 non farebbe eccezione. Sempre Maccentral, infatti, nota che dopo l’aggiornamento la procedura del forwarding verso altri siti web da pagine che usano QT non funziona. Per questo pare proprio che a a breve dovremmo attenderci una nuova versione, la 4.1.2, di QuickTime.
Da parte nostra aggiungiamo che questo proliferare di bugs potrebbe essere anche all’origine della scarissima tempestività  con cui Apple rilascia sul Web versioni localizzate di QuickTime. La versione Italiana più recente scaricabile da Internet, infatti, è la 4.03, praticamente la stessa che venne presentata nel contesto del MacWorld expo del passato luglio. In compenso preinstallata su numerose macchine esiste già  la versione 4.1. Difficile rendere ragione di questa situazione se non pensando che Apple non intende complicarsi la vita con la distribuzione al di là  del necessario di versioni con qualche bug di troppo e che poco aggiungono all’esperienza d’uso di QT 4.0.