RealNetworks viola l’€™iPod

di |
logomacitynet696wide

Real annuncerà  oggi un software, realizzato con il processo reverse engineering, in grado di convertire le canzoni vendute sul suo negozio di musica on line in brani capaci di suonare su iPod. Mentre si scioglie il legame tra iPod e iTunes Music Store, si scatenano gli avvocati?

L’€™annuncio è atteso nel corso della giornata di oggi: la musica di Real suonerà  sull’€™iPod. A portare le canzoni della società  gestita da Rob Glaser sul lettore di musica digitale di Apple non è però un accordo tra i due protagonisti del multimedia, ma un processo simile al reverse engineering, ovvero l’€™’€œimitazione’€ della tecnologia proprietaria FairPlay che garantisce la protezione delle canzoni su iTunes Music Store e le rende compatibili solo con iPod.

La dissoluzione del legame esclusivo che unisce la musica di iTMS all’€™iPod era stata proposta da Glaser alcune settimane fa. L’€™idea del CEO di Real, respinta da Apple, era proprio quella di consentire alle canzoni vendute sul suo negozio on line di suonare su iPod. ‘€œNon abbiamo alcuna necessità  di allearci con i numeri due’€, aveva replicato Jobs.

Harmony, questo il nome del software che verrà  annunciato oggi, è frutto di una politica che ha già  condotto Real all’€™uso del reverse engineering, una pratica consentita dalla legge americana a certe condizioni, perché non si appropria di tecnologie di terzi ma si limita a ricostruirne il funzionamento. Con questo sistema ha reso, ad esempio, il suo RealPlayer capace di riprodurre video in formato Windows Media Player e QuickTime. Allo stesso modo Harmony è in grado di trasformare le canzoni in formato compatibile con iPod e con i riproduttori Windows Media Player.

La notizia potrebbe non essere molto gradita ad Apple e ai suoi legali. Se, infatti appare probabile che la trasformazione delle canzoni in formato Windows Media Player avvenga in base ad un accordo raggiunto con Microsoft , a prima vista la compatibilità  con iPod avviene infrangendo un preciso comma sull’€™uso delle canzoni di iTunes che proibisce ‘€œla copia, la decompilazione, il reverse engineering, il disassemblaggio o il tentativo di derivare il codice sorgente’€.

RealNetworks si dice però tranquilla: ‘€œovviamente ‘€“ ha detto Richard Wolpert Chief Strategy Officer di Real ‘€“ pensiamo di avere tutti i diritti e le licenze necessarie per fare quello che abbiamo fatto; in caso contrario non l’€™avremmo fatto’€

Da parte loro sia le case discografiche come gli analisti plaudono alla scelta di Real. ‘€œFino ad oggi ‘€“ ha detto Larry Kenswil, presidente della divisione eLabs di Universal Music in una dichirazione alla stampa ‘€“ il mondo del download era pericolosamente vicino a quel mondo in cui se si compra un CD in un negozio non lo si può sentire in un riproduttore comprato in un negozio differente. Plaudiamo, dunque agli sforzi compiuti da RealNetworks per correggere questa situazione e facciamo un appello a tutti coloro che sono coinvolti in questo business, individui e società , a lavorare per la compatibilità  universale’€

‘€œAl momento chi acquista una canzone su un negozio di musica on line deve fare una scelta di campo ‘€“ ha detto Josh Bernoff analista di Forrester Research ‘€“ e ad ogni traccia che si compra ci si inoltra sempre più nel pericoloso terreno dell’€™incompatibilità . La scelta di RealNetworks potrebbe mettere pressione su Apple e Microsoft e spingerle alla compatibilità ‘€, specie se, aggiungiamo noi, davvero RealNetworks porterà  a termine i suoi propositi di vendere in licenza ad altri negozi on line la tecnologia alla base di Harmony.

Resta da vedere ora che cosa ne penserà  Apple che, legando iTunes Music Store ad iPod ha creato un ‘€œcircuito virtuoso’€. iPod è il più venduto lettore di musica digitale al mondo e il fatto che l’€™unico negozio attualmente in grado di vendere canzoni compatibili con esso sia iTMS determina un vantaggio considerevole anche per i profitti del negozio on line. Se altri fossero in grado di vendere audio per iPod, le cose potrebbero cambiare.