Safari da record in Italia

di |
logomacitynet696wide

L’Italia dopo Usa e Canada è il paese del mondo con la più alta percentuale d’utilizzo di Safari. Il browser di Apple nel nostro paese è all’1,74%. Un segnale di salute per la piattaforma della Mela.

L’Italia è il paese numero uno, dopo Stati Uniti e Canada, e al pari della Francia nell’uso di Safari. Questo il sorprendente dato che emerge dai numeri di OneStat, una società  specializzata in statistiche Internet.

La rilevazione che si riferisce al mese di maggio inerente il nostro paese stima nell’1,74% la percentuale dei naviganti di Internet che usano il browser di Apple. Il dato è pari a quello della Francia e superiore a quello di tutti i principali paesi europei, dall’1,48% dell’Olanda all’1,73% della Germania, passando per l’appena 1,30% della Gran Bretagna.

L’indagine di OneStat è un segnale di salute per la piattaforma della Mela nel nostro paese.

Poiché Safari è un browser proprietario di Apple, non usato da altre piattaforme, la sua percentuale viene usata, anche se in termini approssimativi, come un sistema per misurare la popolarità  del sistema operativo della Mela. Stanto a questi dati si direbbe dunque che l’Os di Cuperino (e quindi anche le sue macchine) non se la cavi troppo male in Italia al confronto con gli altri principali mercati. Anche relativamente al mercato interno italiano si può pensare che Apple abbia un impatto non disprezzabile visto che a Safari si devono sommare altri browser popolari nel mondo Mac come quelli derivati dal progetto Mozilla tra cui Firefox (che in Italia è ben al 20,41%, secondo solo a Germania e Australia in termini percentuali).

Complessivamente OneStat nota un decremento nell’uso di Internet Explorer (ancora usato da qualcuno nel mondo Mac) che scende del 2,12% rispetto a maggio ed oggi è all’83,05%. I browser basati sull’engine di Firefox sono al 12,93% (+1,14%). Safari a livello mondiale è all’1,84%, trainato dal 3,28% degli Usa e dal 2,82% del Canada.