Tablet di Apple, indizi anche dal New York Times

di |
logomacitynet696wide

L’arrivo del tablet di Apple è dato per certo da Bill Keller, executive editor del The New York Times: il giornalista-dirigente si riferisce “all’imminente tablet di Apple” elencando tutte le nuove forme di distribuzione e di consultazione su cui il NYT sta lavorando per mantenere il passo con i tempi. Citazione di indiscrezioni oppure informazioni dirette e di prima mano sull’iTablet?

L’esistenza del tablet di Apple è data per certa da Bill Keller un giornalista-dirigente del The New York Times che durante una presentazione interna all’azienda si riferisce al nuovo dispositivo definendolo come imminente, per di più inserendolo all’interno di un elenco di tecnologie e dispositivi esistenti.

La citazione di Keller sta facendo il giro del Web, soprattutto tra i siti d’Oltreoceano dedicati a tecnologie e al mondo della Mela per una semplice ragione: dopo mesi di indiscrezioni e rumors questo sembra uno degli indizi più attendibili circa l’esistenza dell’iTablet o come questo nuovo dispositivo verrà  battezzato.

Il riferimento al tablet di Apple si trova anche all’interno del filmato della relazione di Keller, video che inseriamo in questo articolo. All’incirca al minuto 8.12 Keller delinea il punto sei della sua relazione, in cui vengono descritte le strategie e le operazioni da compiere da parte del The New York Times per tenere il passo con i tempi. “Sesto, dobbiamo individuare il prodotto giornalistico idoneo per i dispositivi mobile…per offrire il nostro migliore giornalismo sotto forma di Times Reader, applicativi per iPhone, WAP, o per l’imminente tablet Apple, o qualunque cosa venga dopo di questo”.

Anche se è possibile supporre che il dirigente inserisca nella sua relazione il tablet Apple solo prendendo a sua volta spunto dalle indiscrezioni, il contesto della relazione e l’aggettivo utilizzato “imminente” sembrano sufficienti per scartare questa opzione. Ma c’è un altro elemento che spinge a ritenere molto plausibile un riferimento diretto di Keller a informazioni riservate ottenute in forma confidenziale direttamente da Cupertino. Secondo le voci che circolano in Rete dal mese di giugno Apple è impegnata a mostrare i propri piani futuri per l’editoria, le pubblicazioni, i fumetti e così via alla luce di un nuovo dispositivo che verrà  lanciato a breve. In questi incontri riservati i dirigenti di Cupertino avrebbero persino mostrato prototipi e mockup per illustrare le nuove possibilità  per i prodotti editoriali.

Così più che a una semplice citazione di rumors di dubbia provenienza, fuori luogo e fuori dall’ambito della relazione di Keller, questo nuovo riferimento sembra possedere tutti i tratti di una constatazione diretta. Il tablet di Apple è imminente, i vari gruppi di lavoro e in particolare lo staff dedicato alla sezione digitale del New York Times, il pubblico di fronte a Keller, deve prepararsi e lavorare per essere pronto a portare il giornalismo della storica testata subito sui nuovi dispositivi e sui nuovi mezzi di consultazione. Questo implica il programma di lettura per computer Times Reader, il WAP e gli applicativi per iPhone, tutti già  esistenti, essere pronti per offrire il The New York Times sull’imminente tablet di Apple e poi ancora sui nuovi dispositivi che verranno.

Bill Keller speaks to the digital group at The New York Times from Nieman Journalism Lab on Vimeo.