Tra Microsoft e Real sta per scoppiare la pace?

di |
logomacitynet696wide

Oggi Microsoft e RealNetworks potrebbero annunciare di avere superato la contesa legale che le oppone da anni. Un patto che costerà  a Redmond 750 milioni di dollari e la impegnerà  a sostenere le strategie digitali di Real. Nel mirino un’all’alleanza per contrastare Apple?

Microsoft e ReaNetworks potrebbero avere trovato un accordo sul contenzioso di lunga data che li ha portati ad affrontarsi a suon di carte bollate. A far sorgere l’ipotesi che il passato durante il quale l’azienda si Seattle ha accusato Redmond di sottrarre, usando del suo dominio nei sistemi operativi, mercato a RealPlayer, è dietro le spalle una conferenza stampa congiunta convocata nel corso della serata di oggi, ora americana alla quale dovrebbero partecipare rappresentanti delle due società . L’incontro con i giornali dovrebbe vedere la partecipazione di Bill Gates e di Rob Glaser.

Secondo il Wall Street Journal l’accordo sarebbe costato a Microsoft 750 milioni di dollari. In aggiunta a ciò Microsoft si impegnerebbe a sostenere le tecnologie di Real e il suo negozio di musica digitale denominato Rhapsody che già  utilizza il sistema di protezione e lo standard di Windows Media Audio.

Il patto tra Microsoft e Real potrebbe essere usato per rafforzare l’alleanza anti-iPod. Come noto Glaser aveva proposto a Jobs di acquistare in licenza FairPlay così da poter vendere musica compatibile con iPod attraverso Rhapsody. Al fronte del diniego del CEO di Cupertino Real aveva operato con una triplice strategia: da una parte lanciando un software in grado di rendere compatibili con iPod le canzoni in vendita su Rhapsody, dall’altra abbattendo i costi delle singole canzoni e, infine, supportando lo standard di Windows Media Audio. I risultati della manovra sono parsi ai più poco convincenti al punto che la percentuale di mercato di Real nel campo della musica digitale non è cresciuta in maniera rilevante. Anche per questo, probabilmente, ora Glaser è stato costretto a giocare la carta dell’accordo con Gates grazie alla quale dovrebbe ottenere un più pieno e convinto sostegno da parte di Microsoft.

Se le indiscrezioni si dimostreranno esatte l’accordo, l’ultimo di una lunga serie grazie ai quali Microsoft ha tacitato le contestazioni legali di concorrenti piccoli e grandi, sarà  il più costoso dopo quelli intervenuto con Sun ed IBM. Nel primo caso la società  di Bill Gates aveva versato 1.6 miliardi di dollari, a Big Blue vennero versati 850 milioni di dollari. RealNetworks otterrebbe la stessa cifra spesa di Microsoft per la dismissione della causa intentata da AOL.

Al momento non è chiaro quale effetto potrebbe avere sul mercato europeo la remissione della causa di Real. La società  di Glaser, lo ricordiamo, è la principale accusatrice di Microsoft di fronte alla commissione UE. àˆ comunque probabile anche una volta raggiunto un accordo valido per gli USA il patto venga esteso anche all’Europa.