Tre Australia: “Apple ascolta la voce dei nostri clienti”

di |
logomacitynet696wide

Tre Australia allestisce un sito dedicato a raccogliere l’appello dei suoi clienti che vogliono iPhone. Obbiettivo: convincere Apple ad un accordo simile a quello stipulato con Vodafone e Optus. “Nei mesi scorsi le trattative ci sono state – rivela l’operatore austrialiano – ma non sono andate a buon fine”

Tre Australia vuole dimostrare ad Apple quanto i suoi clienti siano disposti ad acquistare iPhone e per riuscire nell’€™intento lascia a loro il compito, con un sito di chiedere a Cupertino di includere la società  di Hutchinson Whampoa nella sua campagna di lancio. Questa la trovata annunciata con un comunicato stampa dalla locale filiale dell’€™operatore che in Italia è noto come ‘€œ3’€.

‘€œVogliamo – dice 3 Mobile – che i nostri clienti mandino un messaggio ad Apple. Sappiamo che esiste una grande domanda perché abbiamo ricevuto un enorme numero di richieste. Per renderle visibili creiamo un sito dove inviare questi messaggi così che anche Apple possa leggerli’€. 3 ha mantenuto la promessa, diventando, probabilmente, l’€™unico operatore al mondo tra quelli che non hanno iPhone ad avere un indirizzo /iPhone sul suo sito. 3 ha persino allestito un sistema via Sms per mandare commenti allo stesso sito usando il cellulare.

Tanto fervore ‘€œpopulista’€ è stato preceduto da trattative vere e proprie. 3 ha rivelato di essere stata seduta intorno ad un tavolo con Apple, ma di non essere riuscita a concludere l’€™accordo per avere iPhone. Nel comunicato però sembra che le trattative non siano definitivamente tramontate o, almeno, 3 proverà  a riproporle: ‘€œsperiamo di avere presto iPhone nei nostri negozi’€. Il sito dedicato a raccogliere la voce dei clienti è uno strumento in più in una contrattazione ancora aperta? La vicenda è strumentale e finalizzata semplicemente a suscitare incertezza in quei clienti che stanno pensando di abbandonare 3 per avere iPhone? Apple come la prenderà ? Darà  ascolto all’€™operatore mobile o riterrà  il tutto una pressione indebita e si ritirerà  ancora di più sulle sue posizioni?

In attesa di una risposta ricordiamo che 3, come noto, in realtà  una partneship con Apple ce l’€™ha, solo che questa riguarda solo Macao e Hong Kong, ma non il più consistente mercato australiano. Per altro l’€™Australia non è l’€™unico paese dove 3 si è fatta sentire in materia di iPhone; in Italia l’€™amministratore delegato Novari aveva addirittura paventato, con quante possibilità  di essere ascoltato non è chiaro, il ricorso all’€™antritrust nel caso Apple avesse insistito a fare contratti esclusivi con Vodafone e Tim.