iPhone per ora resta bloccato con At&T

di |
logomacitynet696wide

Gli sforzi degli hacker per sbloccare iPhone e renderlo compatibile con le reti di altri operatori di telefonia cellulare sono ancora senza frutto. Merito della indecifrabile chiave di sicurezza con cui Apple ha protetto il bootloader

I tempi di sblocco di iPhone previsti dal manipolo di hacker che stanno lavorando per sbloccare iPhone non sono stati rispettati. A distanza di una settimana dall’€™annuncio dell’€™ormai prossima ‘€œapertura’€ del cellulare si è infatti ancora di fronte a un nulla di fatto.

A fermare la corsa del gruppo che vorrebbe svincolare iPhone dalla rete di At&T c’€™è la protezione del bootloader, protetto con cifratura, virtualmente inattaccabile, a 1024 bit. A questo punto per gli hacker l’€™unica soluzione è quella di forzare il sistema che impedisce ad iPhone di far girare programmi di terze parti. A quel punto diventerebbe possibile realizzarne uno per aprire iPhone e renderlo compatibile con le reti di altri operatori, diversi da At&t.

Ricordiamo che al momento iPhone è già  stato slegato dall’€™attivazione attraverso iTunes. Grazie a ciò si può usare il telefono come strumento per la navigazione in Internet via Wifi come player per la musica digitale.