Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » Hsbc potrebbe lasciare Blackberry per iPhone

Hsbc potrebbe lasciare Blackberry per iPhone

Potrebbe essere il colpo del momento, se andasse in porto. Apple è in gara, secondo indiscrezioni che trapelano dai solitamente riservati circoli dei bancari, per sostituire il Blackberry di Research in Motion nelle tasche di decine e decine di migliaia di dirigenti del colosso Hsbc, la banca londinese con 315 mila impiegati in tutto il mondo, un fatturato da 87 miliardi di dollari e una tradizione di sviluppo nei mercati di tutto il mondo.

Il numero di Blackberry da sostituire, secondo le indiscrezioni, sarebbe di circa 200 mila apparecchi, per la precisione. E la scelta di Hsbc avrebbe con tutta sicurezza un effetto volano sul mercato business, consacrando Apple e il suo iPhone come oggetto perfettamente plausibile per le forze lavoro in mobilità  di migliaia di aziende.

I telefoni cellulari, più economici dal punto di vista aziendale delle spese, vengono solitamente rimpiazzati più di frequente dei Pc (qquasi nessuno dei grandi gruppi aziendali ha a sua disposizione, per fare un esempio, moderni Pc dotati della sfortunata versione di Windows Vista) e solo adesso sta cominciando ad emergere l’opportunità  di utilizzarli come veri e propri “mini-Pc” per scopi lavorativi.

Se la forza del Blackberry finora èstata quella della posta elettronica, che peraltro anche iPhone e i telefoni Symbian, Palm e Windows Mobile riescono a fare in maniera più che soddisfacente, adesso si apre tuttavia una stagione diversa. Una stagione in cui Apple può giocare la carta importante delle applicazioni di terze parti distribuite in maniera semplice, amministrabili centralmente e in grado di portare valore aggiunto all’utilizzo dei telefoni cellulari.

In queste settimane molto “consumer” è infatti passato in secondo piano l’aspetto più “enteprise” di iPhone, che consente non solo di sviluppare internamente e con facilità  le applicazioni avanzate per monitorare il business e intervenire quando necessario (in aggiunta quindi alla semplice posta elettronica) ma anche i meccanismi di amministrazione e distribuzione “chiusa” al solo ambito dei telefoni aziandali. Particolaritàƒ che Steve Jobs ha voluto vedere ben radicate dentro il software dell’iPhone per consentire la crescita delle opportunità  anche in ambito aziendale.

Inoltre, ultima osservazione, in questi mesi Apple si sta guadagnando una crescente e solida reputazione per quanto riguarda il Mac in azienda (più sicuro, più economico da gestire, più facile da usare). L’entrata in larga scala degli iPhone porterebbe un ulteriore iniezione di visibilità  che probabilmente si rifletterebbe sulle vendite complessive dei prodotti della casa di Cupertino nei vari settori aziendali.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità