fbpx
Home MacProf Foto Digitale Sono questi i PowerMac G5 usati per sviluppare giochi Xbox?

Sono questi i PowerMac G5 usati per sviluppare giochi Xbox?

Dopo le voci, anche le immagini. Questa la parabola seguita dai, fino ad oggi, vociferati PowerMac G5 usati dagli sviluppatori di giochi per Xbox 2 per testare i loro prodotti. A presentare qualche scatto di quello, che a prima vista, appare essere effettivamente un G5 distribuito dalla casa di Redmond per preparare il lancio della sua nuova console, è il sito francese Xbox Live .

La macchina, ripresa in condizioni non ottimali, presenterebbe alcuni adesivi più che espliciti. Su uno c’€™è un codice a barre con la scritta Xenon Alpha Mac (là  dove Xenon è il nome in codice della Xbox 2 o Xbox Next Generation). Su un altro si legge Microsoft Game Studios, ovvero il nome della divisione che si occupa della console, seguito da un ‘€œdisclaimer’€ che specifica come la macchina sia si proprietà  della stessa Microsoft.

Se davvero non si tratta dell’€™opera di abile artigiano di Photoshop o di un paio di semplici adesivi taroccati, si tratterebbe della prova che realmente Microsoft per accelerare i tempi di sviluppo di giochi per la Xbox 2 ha mandato ai suoi partner delle macchine Apple.
Questo, come più volte riportato da Macity, sarebbe stato possibile per la stretta parentela dell’€™hardware del G5 con quella della Xbox. In particolare il processore sarebbe un derivato del PPC 970 di IBM, mentre il chip della scheda video apparterrebbe alla classe di quelli impiegati dalla Radeon X800 XT.

Al momento non ci sono conferme sulle specifiche hardware della Xbox 2, anche se è praticamente certo che il processore della console sia prodotto da IBM e che sia realmente appartenente alla classe dei PPC anche se potrebbe essere un chip multicore.
La scelta di Microsoft sarebbe dovuta alla volontà  di rendere difficile se non impossibile l’€™hack della console per far girare applicazioni Windows e che la fondazione del sistema operativo della console poggi su Virtual PC che Microsoft ha comprato da Connectix. Il nucleo dell’€™emulatore servirebbe a far dialogare un sistema operativo derivato da Windows con un hardware molto simile a quello Mac.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,968FansMi piace
93,793FollowerSegui