Risolto il bug dei driver audio Boot Camp che distrugge gli speaker di MacBook Pro

Apple ha risolto un grave problema dei driver audio BootCamp che colpiva MacBook Pro con Touch Bar. Gli utenti lamentavano l'emissione di rumori sotto Windows, in alcuni casi guasti agli speaker

Boot Camp

Apple ha aggiornato i driver audio installati da “Assistente Boot Camp”, l’utility che guida l’utente a installare Windows sui Mac con processore Intel scaricando il software di supporto, creare una partizione sul disco dedicata a Windows e avviare il programma di installazione Microsoft per Windows.

I driver aggiornati sono quelli relativi alla gestione audio dei nuovi MacBook Pro con Touch Bar. Con i driver precedenti alcuni utenti avrebbero lamentato un problema molto grave: avviando il Mac dalla partizione con Windows gli altoparlanti emettono un rumore, anche quando questi non sono attivi e il livello del suono è al 50%. Il fruscio si propagherebbe in alcuni casi da solo uno ma in altri casi da tutti e due gli altoparlanti, impedendo il corretto uso del sistema e danneggiando gli speaker, al punto che per alcuni utenti l’unico rimedio possibile è stato farsi sostituire il computer.

Gli utenti che hanno avviato Assistente Boot Camp dopo il 23 novembre, scrive Appleinsider, hanno già i driver aggiornati e non devono fare nulla; gli altri dovranno utilizzare “Aggiornamento Software” da Windows, utility che consente di  mantenere aggiornati i vari software e driver di Apple.

Il problema riguarda solo e soltanto gli utenti che utilizzato Boot Camp con i nuovi MacBook Pro; l’inconveniente non si verifica con macOS Sierra o usando applicazioni di virtualizzazione quali Parallels Desktop o VMWare Fusion.

driver audio Boot Camp