Home News Apple citata in giudizio per gli acquisti in App equiparati a gioco...

Apple citata in giudizio per gli acquisti in App equiparati a gioco d’azzardo

Apple dovrà affrontare un’altra causa relativa ad App Store, questa volta presentata al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del Connecticut. Non si tratta di uno sviluppatore scontento o di un ex dipendente. Questa volta qualcuno ha speso più di 3.000 dollari in acquisti in-app e vuole che Apple paghi il conto.

Secondo un rapporto di AppleInsider, Karen Workman ha scaricato l’app Jackpot Mania e “ha iniziato ad acquistare monete tramite l’app in modo che potesse continuare a giocare per avere la possibilità di vincere monete gratuite che gli avrebbero permesso di godersi i giochi per un periodo di tempo più lungo”.

Uno sviluppatore ha convinto Apple a piegare una regola dell’App Store

Mentre le app sul gioco d’azzardo sono bandite dall’App Store, il ricorrente afferma che questi acquisti IAP sono in realtà come il gioco d’azzardo. In altri termini, sebbene le app sul gioco d’azzardo siano vietate sull’App Store, il reclamo sostiene che le app con valuta di gioco rientrano ancora nella categoria “gioco d’azzardo” perché gli utenti “hanno la possibilità di vincere e quindi acquisire più tempo di gioco”.

Si legge nel ricorso:

Apple non è un partecipante minore o occasionale a questi giochi d’azzardo illegali. È il principale promotore. Apple mantiene un controllo dittatoriale su quali app possono essere scaricate dall’App Store e sul metodo di pagamento per acquistare in elementi dell’app

Quasi certamente la causa avrà presto lo status di class action.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,935FansMi piace
93,807FollowerSegui