Apple lavora a sue tecnologie blockchain?

La Casa di Cupertino ha registrato un brevetto che sembra legato alla tecnologia blockchain. Apple probabilmente è interessata allo sfruttamento della tecnologia in questione nell’ambito della Sanità supportando lo scambio in sicurezza di informazioni su un’ampia varietà di tipi di dati.

[banner]…[/banner]

A dicembre dello scorso anno Apple ha fatto richiesta di un brevetto presso il Patent and Trademark Office statunitense per un sistema di marcatura temporale (“Obtaining and Using Time Information on a Secure Element”) che potrebbe essere utilizzato nell’ambito delle tecnologia blockchain per fornire tracciabilità in tempo reale. Lo riferisce The Motley Fool, impresa multimediale che si occupa di servizi finanziari, spiegando che le piattaforme in questione sono utilizzabili in vari ambiti, dai servizi finanziari, al mercato retail e tecnologico in generale.

L’uso della tecnologia blockchain è possibile anche nell’ambito della Salute per definire una modalità di scambio sicuro, efficiente e scalabile dei dati sanitari. In questo ambito IBM a gennaio di quest’anno ha firmato un’accordo con la Food and Drug Administration (FDA), l’agenzia statunitense per gli alimenti e i medicinali, per definire una modalità di scambio dei dati sanitari attraverso la tecnologia blockchain. IBM e FDA esploreranno lo scambio di dati mediati dal proprietario provenienti da diverse fonti, quali cartelle cliniche elettroniche, sperimentazioni cliniche, dati genomici e dati sanitari generati da dispositivi mobili, dispositivi indossabili ed “Internet of Things”. Il progetto si focalizzerà inizialmente con la valutazione dei dati oncologici. Mantenendo traccia di tutte le operazioni su un “libro mastro” distribuito immodificabile, la tecnologia blockchain rende irreprensibile e tracciabile il processo di scambio dei dati. Precedentemente, la condivisione di dati sanitari su grande scala è stata limitata dai timori per la sicurezza dei dati e per la violazione della privacy dei pazienti durante il processo di scambio.

La tecnologia blockchain è utilizzata anche nell’ambito della filiera alimentare globale ed è lo strumento ideale per affrontare sfide come ad esempio identificare con certezza la fonte di una contaminazione poiché definisce un ambiente fidato per tutte le transazioni. Le blockchain sono utilizzate da qualche tempo anche per trasformare i processi e semplificare le transazioni nei più svariati settori, dalla floricultura agli immobili, dalla finanza all’istruzione, dalle assicurazioni e ai servizi medici.

Apple probabilmente è interessata allos sfruttamento della tecnologia in questione nell’ambito della Sanità supportando lo scambio in sicurezza di informazioni su un’ampia varietà di tipi di dati, inclusi studi clinici ed evidenze del “mondo reale”. Da tempo si vocifera che Apple è al lavoro su nuove tecnologie legate all’ambito della Salute. I dati dei pazienti provenienti da dispositivi indossabili e connessi possono, aiutare medici ed assistenti a gestire meglio la salute della popolazione. Un ecosistema di condivisione dei dati sicuro, mediato dal proprietario, promette nuove scoperte e offre la possibilità di affrontare con nuove modalità la salute pubblica.