Apple News Magazine, siglato accordo con il sito Vox

Apple ha siglato un accordo con il sito di news Vox per il servizio in arrivo che consentirà di accedere con un unico abbonamento a varie riviste e giornali. Vox è proprietà di Vox Media, azienda di media digitali statunitense proprietaria di altri importanti marchi editoriali.

Logo Vox

Apple ha siglato un accordo con Vox per il servizio in arrivo che consentirà di accedere con un unico abbonamento a varie riviste e giornali. Vox è un sito di news di interesse generale lanciato nel 2014 da Vox Media, azienda di media digitali statunitense che possiede vari marchi editoriali, tra cui: SB Nation (sport), The Verge (tecnologia e cultura), Polygon (videogiochi), Curbed (beni immobili e case), Eater (cibo e vita notturna), Racked (shopping, bellezza e moda) e Recode (technology business).

Vox Media al momento non offre contenuti in abbonamento ma questo mese il CEO Jim Bankof aveva fatto sapere nel corso della conferenza South by Southwest che è stato studiato un modello di servizio in arrivo con contenuti riservati agli abbonati.

Bloomberg riferisce che altre pubblicazioni di Vox Media non saranno inizialmente incluse nel servizio di Apple. La Casa di Cupertino starebbe ancora mettendo in fila i partecipanti al progetto Apple News Magazines, creato partendo dall’app Texture che la Casa di Cupertino ha ottenuto acquisendo Next Issue Media a marzo dello scorso anno.

Tra le realtà che avrebbero già aderito al servizio c’è il Wall Street Journal. Nell’app News della beta di macOS 10.13.4 sono stati individuati riferimenti a National Geographic, Bon Appetit e Fast Company, senza però espliciti riferimenti esatti alle relative riviste, ma mancheranno realtà quali il New York Times e il Washington Post.

Sito VOX

Sulla falsariga di Apple Music, sarà possibile ottenere accesso a giornali e riviste con un pagamento che secondo le indiscrezioni dovrebbe essere pari a 9.99$ mensili. Il servizio Apple News Magazine dovrebbe essere una delle novità presentate nel keynote organizzato il 25 marzo a Cupertino, evento nel corso del quale dovrebbe essere presentato anche il nuovo servizio di video in streaming.