Apple sente la pressione: giù i prezzi HomePod e di iPhone XR (in India)

Diminuisce il costo di Homepod mentre in India forte ritocco al ribasso per iPhone XR. Comincia a pesare la pressione sui prezzi?

HomePod supporta le coppie stereo e l’audio multiroom
HomePod supporta le coppie stereo e l’audio multiroom

Apple comincia a sentire la pressione sui prezzi? La domanda è lecita dopo avere appreso che oggi ha ridotto il prezzo di HomePod nei paesi dove viene commercializzato e  di iPhone XR in India.

In particolare lo smart speaker è venduto in USA a 299$ rispetto ai 349$ di prima, in Francia e Germania dove costava 349 euro ora costa 329 euro, nel Regno Unito è stato individuato un calo del prezzo e che l’HomePod è passato dai 319£ a 279£. In India invece iPhone XR scende di ben 220 euro.

Le due mosse attuate per motivi leggermente differenti ma convergenti, non devono sorprendere troppo.

Per quanto riguarda Homepod da tempo circolano voci su una accoglienza fiacca. Secondo gli analisti nel quarto trimestre dello scorso anno lo smart speaker di Apple rappresentava appena il 6% del mercato smart speaker negli Stati Uniti, molto distante dai concorrenti di Google e di Amazon.

Proprio la debolezza del mercato aveva indotto altri osservatori, come Ming-Chi Kuo, a suggerire  che Apple stava ponderando l’introduzione di una versione a prezzo più basso di HomePod. In questo modo Cupertino avrebbe replicato le mosse di concorrenti che non solo forniscono dispositivi a prezzi più bassi, ma hanno anche preferito declinare gli speaker in versioni con più fasce di prezzo.

Altro passaggio dovrà necessariamente l’internazionalizzazione della vendita di HomePod, oggi limitato a pochi paesi anglofoni e  Germania e Francia).

Homepod nel Regno Unito

La vicenda del prezzo di iPhone in India parte sempre dal problema dei prezzi. Nel più grande paese del mondo iPhone XR costava 76.900 rupie, circa 1100 euro, molto di più che in altri paesi del mondo e questo in una nazione che generalmente è molto più povera di vari paesi dove il telefono costa meno. Stando a quanto riferisce l’Economic Times, l’iPhone XR da 64GB ora sarà venduto a 59.900 rupie contro le 76.900 rupie del prezzo di listino precedente.

In pratica con il ribasso, che tradotto in nostra valuta è di circa 220 euro, iPhone XR in India costa meno che in Italia o Germania. Il modello da 128GB sarà venduto in India 64.900 rupie, rispetto alle 81.900 rupie di prima; il modello da 256GB sarà venduto 74.900 rupie, in calo rispetto alle 91.900 rupie di prima.

L’India è un paese cruciale per Apple,. uno dei pochi dove non ha una reale presenza nel settore dispositivi premium. In questa nazione Cupertino deve affrontare la concorrenza dei sudcoreani di Samsung e dei cinesi di Xiaomi, capaci di presentare dispositivi ad un prezzo largamente più basso. Non è un caso che dagli ultimi dati emerge un calo di vendite di Apple con spedizioni tra 1.6 e 1.7 milioni di unità, inferiore fino al 50% rispetto al 2017.

Il caldo ei prezzi non sarà però una mossa determinante per far sì che l’India cominci a comprare iPhone. Nel complicato mercato locale, Apple si trova a dover affrontare altre sfide come il deprezzamento della rupia rispetto al dollaro in concomitanza col rialzo dei tassi USA, e il 20% di dazi sulle importazioni imposto a chi non produce dispositivi sul territorio.

Sono circolate voci secondo le quali Apple potrebbe distribuire iPhone X in India affidando la produzione a Foxconn che ha una sua struttura a Chennai (nello stato del Tamil Nadu). Attualmente alcuni modelli base di iPhone sono assemblati presso una struttura gestita dalla tawianese Wistron a Bangalore (a capitale dello stato indiano meridionale di Karnataka). Qui sono assemblati iPhone SE, iPhone 6 e dallo scorso mese anche l’iPhone 7.