Bologna Ragazzi Digital Award 2019, tutti i vincitori del premio per l’editoria digitale

I migliori prodotti dell’editoria per ragazzi che parla digitale e lo fa in modo innovativo sono stati selezionati dalla giuria del Bologna Ragazzi Digital Award e riceveranno a Bologna il prossimo 1° aprile il premio internazionale per l’eccellenza e l’innovazione dei contenuti digitali attribuiti agli editori e sviluppatori di app per bambini e ragazzi. Il premio, […]

BolognaRagazzi Digital Award: aperto il concorso per app e contenuti digitali

I migliori prodotti dell’editoria per ragazzi che parla digitale e lo fa in modo innovativo sono stati selezionati dalla giuria del Bologna Ragazzi Digital Award e riceveranno a Bologna il prossimo 1° aprile il premio internazionale per l’eccellenza e l’innovazione dei contenuti digitali attribuiti agli editori e sviluppatori di app per bambini e ragazzi. Il premio, che viene assegnato dal 2012 in collaborazione con il giornale statunitense Children’s Technology Review, è stato assegnato a quattro app ed ebook in quattro categorie: Fiction, AR (Realtà aumentata), Education e Content Libraries. A queste si aggiungono sette menzioni speciali e una shortlist di prodotti segnalati dalla giuria internazionale come contributo unico al settore del digital Publishing per bambini. 

I vincitori

Dei 104 prodotti editoriali digitali per ragazzi che hanno partecipato al bando, provenienti da 26 Paesi, sono stati premiati per la Fiction, The Gardens Between (australiano, realizzato da The Voxel Agents, illustrato da Soft Science). 

E’ la storia di due giovani amici che imparano cosa significhi crescere, muovendosi insieme in una serie di puzzle splendidamente illustrati. L’esperienza utente è eccezionale e i puzzle costituiscono un’ulteriore sfida cognitiva che coinvolge tutte le età, a partire da 7 anni. Funziona su Switch, Xbox e PS4, Mac e PC.

Per la realtà aumentata è stato selezionato Wonderscope /A Brief History of Amazing Stunts (britannico, realizzato da Beth Garrod e illustrato da Preloaded). 

In questa app, disponibile solo per iOS, la realtà aumentata si unisce al riconoscimento vocale. Con brevi comandi vocali è possibile risolvere problemi, come assistere un aereo acrobatico e farlo volare nella propria stanza. La AR favorisce l’esplorazione del proprio spazio fisico, coinvolgendo l’utente nell’esperienza. 

Per il settore Education la scelta è caduta su Montessori Preschool (app francese di Edoki Academy), mentre per i Content Libraries è stato selezionato Bayam di Bayard (Tobo Studio). 

Montessori Preschool è un’app fedele all’educazione secondo il metodo Montessori. Il servizio offre una straordinaria varietà di giochi e attività per la fascia di età 3-7 anni. E’ disponibile per Android, Kindle e iOS. 

Nel panorama delle numerose e ben curate raccolte di contenuti digitali per l’infanzia, Bayam si contraddistingue per l’estrema cura dei dettagli e l’innovazione, per la fascia d’età 3-6 anni. 

Le menzioni speciali

Hanno ottenuto una menzione speciale per il Bologna Digital Award 2019, per il settore Fiction, Affamato Come un Lupo (italiano, di Minibombo, realizzato da Silvia Borando, Anna Beozzi, Paolo Chiarinotti e illustrato da Silvia Borando), Spitkiss (danese, di Playdius /tribble Topping) e Fiete World (tedesco, di Ahoiii Entertainment. 

Per la realtà aumentata è stato scelto il britannico The Ghostkeeper’s Journal & Fieldguide /Ghost – O – Matic app (di Carlton Books, 2018, realizzato da Japhet Asher e Russel Porter), mentre una menzione speciale per il settore Education è andata a Lexi’s World (di Pop Pop Pop, illustrato da Josh On) e all’italiano Mixer Piece, di Giuseppe Ragazzini e per l’ambito Content Libraries il riconoscimento è stato assegnato allo statunitense Kidomi di Fingerprint Digital. 

Per gli editori e per tutti gli operatori professionali Bologna Children’s Book Fair è la più importante manifestazione fieristica di settore, incontro imperdibile per lo scambio dei copyright, il momento dell’anno in cui analizzare lo stato dell’arte e capire che direzione sta prendendo la creatività internazionale, per anticipare le tendenze in campo di illustrazione e letteratura, sulla carta e sul digitale.

E proprio al digitale la Bologna Children’s Book Fair darà un’attenzione particolare quest’anno: oltre all’assegnazione del premio Bologna Digital Award, e ai consueti appuntamenti di Bologna Digital Media, vivace area di scambio tra editori, sviluppatori, produttori televisivi e cinematografici, studi di animazione, artisti e autori, quest’anno per la prima volta la Fiera sarà palcoscenico di TheKidsWantMobile, il più importante convegno al mondo per app developer, già sold out.