fbpx
Home iPhonia Apple Watch Recensione bracciali Juuk per Apple Watch, sfida di qualità al Link Apple

Recensione bracciali Juuk per Apple Watch, sfida di qualità al Link Apple

Uno degli accessori più desiderati da chi compra un Apple Watch è certamente un bracciale e spesso trovarne uno che sia soddisfacente sotto tutto gli aspetti è un problema. Questo non perché manchino i bracciali, ma perché è difficile trovarne di buona qualità senza ricorrere ad Apple che, come spesso accade con gli accessori con il marchio di casa, offre sì qualità, ma ad un prezzo molto elevato. È a questa vasta nicchia di possessori dello smart watch Apple, chi cerca prodotto di buon livello ma tiene anche un occhio rivolto al portafogli, che si rivolge Juuk, una azienda di Hong Kong che ha debuttato in questi giorni con un trio di cinturini che promettono di essere degni di nota perché vanno a rispondere proprio al bisogno di chi cerca bracciali paragonabili non solo esteticamente, ma anche qualitativamente, al Link di Apple, ad un prezzo sostanzialmente inferiore.

Bracciali Juuk, come sono fatti

Macitynet ha ricevuto due bracciali Juuk: Revo Polished e Revo Brushed. I modelli sono del tutto identici strutturalmente, nei materiali e anche meccanicamente. Differiscono solo per la finitura, che nel Polished, come dice il nome, è lucida, nel Brushed è satinata, molto simile a quella che Apple usa proprio per il suo Link. Un terzo modello, che non abbiamo provato, Gunmetal, è realizzato nella tinta dell’Apple Watch Nero Siderale. Anche questo, colore a parte, è identico al Brushed e al Polished.

I bracciali Juuk vengono consegnati in un imballo che arriva con spedizione gratuita via Hong Kong Post e consegna con corriere espresso. Noi li abbiamo ricevuti in tre giorni con recapito per la tratta italiana con TNT. All’interno, ben confezionati, trovate i braccali, un panno per la pulizia e un piccolo cacciavite per la regolazione della lunghezza del bracciale, cui faremo cenno poco più avanti.

Il concorrente principale, forse unico al momento in termini di rapporto tra qualità e prezzo, di Juuk è il menzionato Link di Apple, un target non facile da colpire visto l’elevato livello dei materiali e dell’assemblaggio del bracciale della Mela. Ma fin dall’apertura della scatola si ha l’impressione che Juuk abbia più di una carta da giocare per raggiungere lo scopo.

La prima è nello stesso produttore dei bracciali Juuk. Si tratta di Eugene Ho, un canadese che da molti anni opera in Cina nell’ambito del supporto delle aziende, alcune davvero importanti, che realizzano orologi. La sua attività professionale consiste nella ricerca di partner in grado di fornire materiali e assemblaggi di alta qualità nel settore della orologeria. Non proviene, quindi dal settore dell’elettronica di consumo che si applica per l’occasione all’acessoristica per Apple Watch, ma si occupa esclusivamente di orologi e quindi sa chi è in grado di fare un bracciale di qualità.

I Revo pesano 87 grammi, più del Link di Apple. Il loro spessore è di circa 3 millimetri, la lunghezza è adatta a polsi con diametro fino a 21,4 centimetri. Juuk vende anche delle componenti aggiuntive per chi ha braccia “extra” in termini di dimensioni; ciascuna componente allunga il bracciale di sei millimetri. L’acciaio di cui i bracciali Revo sono costruiti è il 316L, lo stesso usato da Apple per il Link e dai più importanti produttori di orologi.

A fronte di tutto questo, non stupisce che presi in mano i bracciali si percepiscano istantaneamente, come un prodotto di alto livello, che si colloca, appunto, nell’ambito del mondo dell’orologeria e non dell’elettronica di consumo. Danno l’impressione di grande cura nell’assemblaggio, di precisione, di un accessorio che ha una sua meccanica studiata al millimetro.

In tutto questo ci è parsa un po’ stonare la scritta “Juuk” fresata sulla maglia più centrale. È probabile che i puristi potessero preferire un bracciale del tutto anonimo, completamente lineare e non brandizzato.

Chiusura del bracciale e regolazione

La chiusura dei Revo è molto simile a quella del Link. Usa un meccanismo a farfalla, molto preciso, con due bottoni che sporgono leggermente ai lati e sbloccano il bracciale che si apre in maniera molto generosa con una doppia mandata, rendendo facile indossarli. Alcuni concorrenti che imitano il Link, usano un sistema differente, a fibbia singola, che si ripiega in maniera asimmetrica. Questo rende il bracciale più fragile e riduce la dimensione dell’apertura.

Un aspetto molto rilevante dei bracciali di Juuk è nel tipo di assemblaggio e regolazione. Ciascuna maglia è avvitata all’altra, come nei bracciali di alta qualità; non sono usati, quindi, perni a frizione (i classici pernetti che vedete martellare dall’orologiaio quando regolano la lunghezza del bracciale), che è una soluzione più economica. In più le maglie sono realizzate in due parti. Questo rende molto più preciso e serrato il montaggio.

Regolare la lunghezza del bracciale è molto semplice. Basta usare il cacciavite che troviamo nella confezione e svitare le viti corrispondenti alle maglie che vorremo rimuovere. Poi riassemblare il bracciale, montando di nuovo la chiusura a farfalla.

È qui, in questo sistema di regolazione, che troviamo la principale differenza strutturale tra il Juuk e il Link di Apple.

Come noto il bracciale di Apple usa uno speciale ed originale meccanismo; ciascuna maglia ha un bottone che permette di sganciarla senza ricorrere ad un cacciavite. Un sistema inedito ed ingegnoso, mai visto nel mondo dell’orologeria, ma che aumenta esponenzialmente la complessità del bracciale in fase di produzione e parallelamente anche il costo.

Che tutto questo sia giustificato per una operazione, la regolazione della lunghezza del bracciale, che viene compiuta davvero molto raramente (per la maggior parte delle persone solo una volta in tutto) nel corso della vita del bracciale, è una domanda legittima, come legittimo sarà chiedersi se non sia più razionale la soluzione di Juuk che garantisce un prodotto di qualità ad un costo più basso, in cambio di cinque minuti “una tantum” spesi per la regolazione.

bracciali Juuk
Il Juuk Revo Polished

Lucido o satinato?

Come abbiamo accennato in apertura abbiamo avuto in visione due differenti modelli del Juuk, il Polished e il Brushed.

Il primo è totalmente lucido, molto brillante, con una finitura a specchio identica a quella dell’Apple Watch in acciaio al punto da accostarsi ad esso in maniera pressoché perfetta. Il secondo ha una satinatura leggera, che lo rende leggermente e piacevolmente opaco, proprio come il Link di Apple. I bordi delle maglie, al contrario del Link di Apple che ai bordi è satinato, sono invece per tutti e due lucide al punto da non rendere riconoscibili i due bracciali se li vedessimo di lato.

Quale dei due, Brushed o Polished, sia preferibile è questione di gusti. In rapporto all’orologio, specificatamente al nostro Apple Watch con cassa in acciaio, si accostano ugualmente bene, ma noi tendiamo a preferire il Brushed. Come accennato la satinatura è molto leggera e non colpisce l’occhio quanto la versione Polished, sia perchè generalmente è più minimalista con la sua inferiore capacità di riflettere la luce, sia perchè può essere confuso con il Link. Preferiamo il Brushed anche perchè è meno delicato del Polished che tende a rigarsi, come tutti i bracciali di questo tipo (e come le stesso Apple Watch) e prende molto meno le impronte digitali.

È però possibile che chi voglia immediatamente distinguersi possa preferire la versione Polished, un prodotto più vistoso, che appare immediatamente come qualche cosa di diverso da ogni bracciale Apple in commercio.

In conclusione

In conclusione, i bracciali di Juuk sono una reale alternativa al bracciale Link di Apple per il quale rappresentano una legittima sfida, alla pari sotto ogni profilo: materiali, assemblaggio, design, solidità. Nascono dall’esperienza di un professionista che conosce bene come trovare sul mercato industrie e componenti di alto livello nel campo dell’orologeria, e conta su questa esperienza per realizzare un eccellente bracciale ad un prezzo che è del 60% meno caro del bracciale Link Apple senza nulla concedere sulla qualità, mettendo da parte unicamente l’apprezzabile ed originale, ma anche trascurabile per il suo reale utilizzo pratico, sistema di regolazione del Link.

La scelta tra bracciale lucido e bracciale è questione di gusti.

Ai nostri occhi la versione satinata è più adatta ad un pubblico maschile. Ricorda i bracciali dei grandi produttori di orologi, è minimalista ed elegante e fornisce una percepibile e istantanea impressione di solidità.

La versione lucida, problemi di graffi a parte, è invece immediatamente percepibile come qualche cosa di diverso dal Link Apple e per questo potrebbe attirare l’interesse di chi vuole distinguersi e, magari, anche da chi ha uno stile che ben si accorda con il suo vago look anni ’80.

Una donna, magari per un Apple Watch da 38mm, potrebbe invece preferire maggiormente il modello lucido che è più vistoso, simile in finitura ad un gioiello, restando comunque elegante e sobrio, facile da vestire in ogni situazione, lavoro, incontri d’affari, tempo libero, party, senza rinunciare a mostrare il proprio buon gusto.

Per questo i bracciali Revo sono un prodotto assolutamente raccomandabile a tutti e in particolare a coloro che vogliono arricchire il look personale e del loro Apple Watch, trasformando lo smart watch in un orologio completo ed elegante, funzionale da indossare, senza spendere una fortuna.

Costo e spedizione

I bracciali per Apple Watch di Juuk costano in versione 42mm 195$ americani. La versione Gunmetal costa 225 dollari. I bracciali per Apple Watch da 38mm (disponibili da metà gennaio e attualmente in preordine con un significativo sconto) costano rispettivamente 145 e 175$. I prezzi sono comprensivi di garanzia soddisfatti o rimborsati entro due settimane e di  spedizione con corriere espresso da Hong Kong, ma non includono eventuali tasse dazi e tasse alla dogana Italiana.

Juuk in occasione di questa recensione, offre ai lettori di Macitynet uno sconto del 10% sui bracciali da 42mm. Basterà inserire nel carrello il codice MACITY2015 per ottenere istantaneamente il ribasso. Il codice è valido sino al 15 gennaio 2016.

Design:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Facilità-d'uso:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Prestazioni:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Average:
4.9 out of 5 stars (4,9 / 5)

Pro
– Eccellente qualità costruttiva
– Elegante e funzionale
– Meccanismo di chiusura preciso
– Sostanzialmente più economico del Link di Apple

Contro
– La scritta Juuk sul bracciale era forse evitabile

Offerte Speciali

iPhone 8 64 GB in sconto: solo 480 € su Amazon

Risparmiate su iPhone 8 64 GB: solo 480 €

Su Amazon iPhone 8 scende al prezzo più basso di sempre. Lo pagate solo 480 euro, 80 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,429FansMi piace
95,258FollowerSegui