Catcher, un altro partner di Apple sembra puntare alla realtà aumentata

Il Ceo di Catcher, uno dei partner storici di Apple, dichiara che presto la società avvierà una nuova linea di produzione diversa da quelle seguite finora. Secondo alcuni potrebbe essere il visore di realtà aumentata di Cupertino

Per Apple Catcher costruisce da anni gli chassis in metallo di iPad e dei MacBook: gli ultimi risultati sono positivi e lo saranno anche nei primi mesi del 2018, anche grazie all’avvio di una nuova linea di produzione che secondo alcuni potrebbe avere a che fare con la realtà aumentate e Apple.

Anche se rispetto al mese precedente Catcher segna meno 10,4%, i risultati di novembre rappresentano un miglioramento del 35,5% anno su anno. Fatturato e previsioni rimangono però estremamente positivi anche per i primi mesi del 2018, un periodo tradizionalmente poco brillante per le società di elettronica e tecnologia. La spiegazione arriva direttamente da Hallen Homg, Ceo della società che ha annunciato l’avvio di una nuova linea di produzione, diversa da quelle seguite finora.

catcher realtà aumentata Visore VR Apple
Proprio a partire dalle dichiarazioni di Homg, riportate da DigiTimes, alcuni osservatori ipotizzano possa trattarsi del nuovo dispositivo di realtà aumentata di Apple. Naturalmente si tratta di speculazioni ma sarebbe un errore non prenderle nemmeno in considerazione. Ricordiamo che proprio negli scorsi giorni Quanta, un altro importante costruttore partner di Apple, ha annunciato i suoi piani per costruire un visore di realtà aumentata. Come sempre avviene in nessun caso è stato pronunciato il nome di Apple ma il pensiero di molti corre sempre a Cupertino, sia per Catcher che per Quanta uno dei clienti principali.

Ma soprattutto nel flusso delle indiscrezioni e non solo, è ben noto l’interesse di Apple per la realtà aumentata. Secondo le voci più dettagliate un team della Mela ci starebbe già lavorando: si tratterebbe di un nuovo tipo di visore di realtà aumentata, indicato interamente con la sigla T288, dotato di un suo sistema operativo dedicato battezzato, almeno per il momento, rOS da reality operating sistem di cui abbiamo già riportato in questo articolo. Impossibile quindi negare l’impegno di Apple in questo senso, in ogni caso le date previste per il presunto lancio puntano al 2019 o 2020, quindi decisamente avanti nel tempo per poter influire sul fatturato di Catcher di inizio 2018.