fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Recensione Chuwi AeroBook, eleganza e prestazioni a basso costo

Recensione Chuwi AeroBook, eleganza e prestazioni a basso costo

Chuwi è una azienda cinese nota per avere realizzato una campagna sul sito di crowdfunding IndieGoGo e produce laptop, incluso l’AereoBook oggetto di questa recensione.

L’AeroBook è un notebook sottile e leggero che vanta interessanti caratteristiche. Il display è un IPS da 13,3″ wide screen (16:9) Full HD (1920x1080p) che copre l’80% del corpo (i bordi laterali sono da 7mm), il processore è un Intel Core serie M3, la batteria è da 38Wh, l’unità SSD integrata è da 256GB, la memoria RAM è da 8GB, la tastiera è retroilluminata, non manca Bluetooth, webcam (2MP) e il sistema è offerto di serie con Windows 10 Home.

L’azienda spiega che il notebook con il display da 13,3″ occupa l’area normalmente occupata complessivamente da un 12″, permettendo di ottenere una macchina di dimensione contenute, facile da trasportare anche in borse di piccole dimensioni.

La CPU è un Intel Core M3 6Y30 con litografia a 14nm della serie Skylake: offre 2 core e 4 thread, una frequenza base di 900MHz che con il Turbo Boost arriva a 2,20Ghz, memoria cache da 4MB e vanta un TDP da 3,8W a 7W. Non è una CPU recentissima ma svolge bene il suo lavoro, in particolare se l’esigenza primaria è quella di avere una macchina per navigare su internet, gestire la posta elettronica, preparare documenti, modificare immagini.

La memoria RAM da 8GB è di tipo LPDDR3-1866, DDR3L-1600 e non è espandibile. Si tratta di un buon equilibrio in termini di prestazioni e la macchina è perfetta per l’uso in ambito home/office.

Contenuto della confezione

Il computer arriva in una scatola di cartone perfettamente protetto da morbida gommapiuma. All’interno della confezione troviamo: il computer vero e proprio e l’alimentatore (110/220V, 12V, 2000ma). Il computer è molto bello e ricorda senza dubbio un MacBook Pro (la colorazione grigio scuro satinato è in pratica identica). È leggerissimo (1.26 kg) e sottile (308.5 x 209 x 15.2mm).

Sul lato sinistro troviamo: una porta USB 3.0, l’attacco per l’alimentatore, una Micro HDMI, una porta USB Type C; sul lato destro abbiamo: lo slot TF Card, il jack da 3,5mm per l’audio e un’altra porta USB 3. La parte inferiore permette di accedere all’unità SSD (attacco M.2) svitando semplicemente due viti (è possibile sostituire ad esempio l’unità di serie con modelli fino 1 TB).

La macchina è bella ed elegante. Il portatile in questione non sembra il tradizionale notebook cinese ma è curato nei particolari. I contorni del pulsante di accensione sono colorati di rosso e la tastiera (di dimensioni regolari) sembra rispondere bene con sensazioni non diverse da quelle che si hanno quando si scrive con il MacBook Pro.

Il trackpad è grande e risponde bene ai comandi (non è perfetto come quello di MacBook e MacBook Pro ma è sicuramente migliore di tanti altri notebook PC che abbiamo avuto modo di provare).

In alto troviamo le spie (LED blu) dell’alimentazione, del blocco maiuscole, ed è possibile attivare/disattivare funzionalità varie (luminosità, volume, riproduzione multimediale) con i tasti funzione in altro. La cerniera per l’apertura/chiusura del display è solida e il computer è comodo da trasportare e leggerissimo da tenere sulle ginocchia.

Lo chassis è realizzato in plastica mascherata come metallo; sebbene sia un materiale più economico, il supporto per i polsi e il guscio della tastiera hanno un look e offrono una sensazione da macchina premium.

La qualità generale è eccellente e l’aspetto complessivo non sembra quello di un notebook economico: dall’aspetto sembra avere a che fare con un portatile sulla fascia di prezzo dei MacBook ma che in realtà costa una frazione del costo richiesto da Apple.

Recensione Chuwi AeroBook, eleganza e prestazioni a basso costo

Prima accensione

Alla prima accensione (bisogna tenere premuto qualche secondo il pulsante in alto a destra). parte la configurazione di Windows. Si sceglie la lingua preferita (italiano compreso), e in pochi minuti si portano a termine i vari passaggi per completare la configurazione.

Al termine della prima configurazione: troviamo solo Windows senza le decine di inutili applicazioni demo e schifezze varie che tanti (troppi) produttori di PC hanno l’abitudine di installare. Sull’unità SSD da 250GB, restano liberi per l’utente 219GB. Da Pannello di Controllo > Sistema, apprendiamo che Bluetooth e WiFi sono offerti da Intel.

Prestazioni

Il processore, come accennato, è un Intel Core M3 6Y30 a 14nm con grafica Intel HD Graphics 515. Si comporta bene in frangenti nei quali non è richiesta elevata potenza ma riesce a riprodurre senza problemi anche video ad alta risoluzione (4K).

Si tratta di un processore a basso consumo energetico. La batteria è stata una piacevole sorpresa e nei nostri test siamo riusciti a usare il notebook fino a sei ore di seguito con il tradizionale lavoro da uffici, luminosità al 50% e tenendo la WiFi accesa.

Recensione Chuwi AeroBook, eleganza e prestazioni a basso costo
Benchmark Chuwi AeroBook

Recensione Chuwi AeroBook, eleganza e prestazioni a basso costo
Prestazioni unità SSD

Conclusioni

L’AeroBook di Chuwi è un notebook di ottima fattura con un rapporto prezzo/prestazioni. È una macchina elegante, facilissima da trasportare in borsa costruito con attenzione ai particolari. La batteria dura mediamente intorno alle sei ore (dipende ovviamente dall’utilizzo effettivo).

Non scalda molto, è silenziosa ed è una macchina ideale per uso generico. Il sistema di raffreddamento passivo non ha influito sulle prestazioni: il processore funziona sempre adeguatamente. Non è una macchina adatta a giochi e grafica 3D ma supporta perfettamente il multitasking usando anche varie applicazioni esigenti aperte contemporaneamente.

Il rapporto prezzo/prestazioni con gli sconti in atto è eccezionale: è un oggetto raffinato e un’ottima macchina portatile a cui è difficile fare critiche. Si potrebbe forse criticare l’audio forse non troppo potente con il volume al massimo ma non si può pretendere troppo da due speaker integrati in dispositivo così sottile.

Per noi è promosso a pieni voti. Consigliatissimo a studenti, ma anche professionisti senza grandi esigenze che hanno bisogno di un portatile a basso costo per attività quotidiane da ufficio.

Pro

  • Elegante e leggero
  • Completo di porte USB e USB-C
  • Unità SSD rimovibile
  • Silenzioso (è fanless)
  • Spessore di appena 8mm
  • Tastiera retroilluminato

Contro

  • RAM Saldata
  • tastiera internazionale

Prezzo al pubblico

Il notebook Chuwi AeroBook costa normalmente 526,95 euro (che è già un prezzo con un ottimo rapporto prezzo/prestazioni) ma nel momento in cui scriviamo su Gearbest si può acquistare per soli 389,15 euro. Decisamente un affare per quanto offerto e quanto sopra spiegato.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,441FansMi piace
95,315FollowerSegui