Fastcompany: Apple è l’azienda più innovativa al mondo

Fast Company ha pubblicato la sua annuale classifica delle aziende più innovative al mondo. Apple al primo posto tra 350 concorrenti e 36 categorie complessive. Seconda Netflix.

Aziende più innovative
[banner]…[/banner]

Apple è l’azienda più innovativa del mondo. Lo dice Fast Company con la sua annuale classifica dove Cupertino è prima tra 350 concorrenti e 36 categorie complessive.

Il team che annualmente crea questa lista, vaglia migliaia di aziende e cerca di definirne l’impatto in termini di innovazione, in altre parole quanto queste riescono a fare la differenza nel mondo.

“Per un’azienda che non ha un grande prodotto di successo sin dall’iPad del 2010”, si legge sul sito web con il profilo societario e i dettagli sui motivi della scelta, “Apple ha avuto un 2017 degno di nota: le sue AirPods sono onnipresenti nel Paese, l’Apple Watch Series 3 è un best-seller, gli sviluppatori hanno accolto ARKit (il suo framework per la Realtà Aumentata), gli scettici si sono dovuti ricredere con iPhone X”.

E ancora: “Apple è diventata l’azienda di maggior valore al mondo, ed è l’autorevole produttrice di dispositivi informatici, da quelli che si mettono sulla scrivania (iMac), a quelli che si indossano al polso (Apple Watch)”. “Quando le persone pensano a un’azienda come forza creativa, tendono a valutare i suoi nuovi dispositivi e giudicare quanto sono notevolmente migliorati rispetto ai predecessori; ma la creatività non è solo all’interno dei prodotti e l’approccio di Apple alla progettazione hardware e software non è mai stata così ambizioso. Altri produttori di telefoni e tablet comprano gli stessi chip di loro competitor; Apple, invece, progetta i suoi chip e l’iPhone integra un processore progettato e ottimizzato specificatamente per il sistema operativo di Apple, le sue app, il suo display, la sua fotocamera, il suo sensore touch. L’azienda è diventata talmente abile nel chip design che l’A10 Fusion che si trova nell’iPhone 7 sbaraglia i processori rivali nei benchmark indipendenti che misurano la velocità”.

Il CEO di Apple Tim Cook - [foto: ioulex]
Il CEO di Apple Tim Cook – [foto: ioulex]
“Apple si sta espandendo in aree oltre le sue tradizionali radici e ampliando le attività nel settore dell’intrattenimento con Apple Music e Apple TV. A marzo del 2016 ha annunciato CareKit, piattaforma open-source che rende più facile per gli sviluppatori aggregare e condividere informazioni mediche dei pazienti con chi l’assiste e con il loro consenso. Dal suo lancio, CareKit è stato usato per creare app che aiutano i pazienti a gestire il diabete (One Drop), monitorare la depressione (Iodine), tracciare la salute riproduttiva (Glow), memorizzare i sintomi dell’asma (Cleveland Clinic). L’approccio di Apple alla Salute consiste nell’operare nel retroscena aiutando ricercatori, pazienti e sviluppatori a usare dati sulla salute raccolti via smartphone”.

“Co-fondata nel 1976 da Steve Wozniak e Steve Jobs, rispettato inventore e imprenditore nel campo della tecnologia, Apple ha continuamente rivoluzionato l’industria dell’elettronica di consumo. L’azienda ha contribuito a inaugurare il mondo del personal computer negli anni ’80 con l’elegante e accessibile Macintosh, sviluppato ulteriormente il mondo della musica digitale con iPod e iTunes nel 2001 e posto le basi per l’attuale mondo degli smartphone nel 2007 con l’Phone e il sistema operativo iOS”. “Con la supervisione di Jobs dal 1998 fino a poco prima della sua morte nel 2011, l’azienda è diventata nota per la sua intensa concentrazione nel design. Il designer Jony Ive, assunto nel 1992 e poi diventato chief design officer di Apple, è in gran parte responsabile dell’iconico stile dell’azienda: minimalismo elegante (spesso bianco) con un’enfasi senza precedenti per l’esperienza utente”.