Fedeli del Mac sperate «Apple sta investendo aggressivamente» nei computer, parola di Tim Cook

Il nocciolo duro degli utenti Apple può sperare: Tim Cook dichiara che Cupertino «Sta investendo aggressivamente» sul futuro dei propri computer. Una ammissione di colpa?

mac mini 2014 1 740 1

I rinnovi di alcune macchine sono stati così lenti e sporadici che qualcuno ha persino messo in dubbio l’interesse di Apple nei computer o perlomeno in alcuni modelli, ora però rinasce la speranza: Tim Cook ha dichiarato che Apple «Sta investendo aggressivamente» per il futuro dei propri computer, come riporta AppleInsider. L’affermazione è stata pronunciata tra le consuete impressionanti cifre del bilancio Apple, durante la presentazione dei risultati finanziari dell’ultimo trimestre e non ha mancato di catturare l’attenzione del piccolo grande nocciolo duro di utenti fedeli del Mac.

hardware apple family gran bazaar 1200
Negli ultimi mesi sono stati diversi i segnali di Cupertino in questo senso, un fatto insolito, quasi senza precedenti e molto curioso per una delle società più segrete e riservate della Silicon Valley. Il primo è emerso a fine 2016 quando Tim Cook, rivolgendosi ai dipendenti, ha assicurato che nella tabella di marcia della società ci sono grandi Mac desktop in arrivo. Il secondo è invece un annuncio pubblico: i luogotenenti Phil Schiller e Craig Federighi hanno pronunciato il mea culpa aziendale per quanto riguarda il Mac Pro cilindrico, innovativo ma anche bloccato per personalizzazione e aggiornamenti. Ancora una volta in modo sorprendente e inusitato Apple ha anticipato di essere al lavoro su un Mac Pro tutto nuovo che arriverà forse entro il 2018, oltre a nuovi iMac aggiornati e potenziati, incluso un iMac di livello server, in arrivo entro quest’anno.

mac-mini-2014-keyboard-low
Ora arriva la nuova dichiarazione di Tim Cook «Stiamo investendo aggressivamente» sul futuro dei Mac, frase che non indica nessun prodotto o computer in particolare ma che lascia immaginare un futuro ideale, un paradiso per gli utenti Mac fedeli con abbondanza di modelli e configurazioni, Mac Pro modulari, un Mac mini potente ed economico e aggiornato, non quello del 2014 più lento del precedente del 2012. Lasciandosi trasportare dall’evocazione di investimenti aggressivi della società più capitalizzata del globo, riusciamo persino a immaginare un nuovo portatile Mac sotto i mille euro e, Cupertino ci perdoni, addirittura una gamma di Mac così potenti (come un PC da 500 euro, come direbbero i maliziosi) per gestire videogiochi e realtà virtuale. Insomma il paradiso dei Mac sulla Terra.

Dicevamo tre dichiarazioni sul tema nuovi computer Mac nel giro di pochi mesi provenienti dalla super segreta Cupertino. Apple non lo ammette esplicitamente ma gli annunci anticipati di nuovi iMac 2017 e Mac Pro 2018 e la doppia promessa di Tim Cook suonano come una ammissione di colpa: sul fronte computer Apple è rimasta seduta troppo a lungo e ora corre ai ripari. Gli utenti Mac professionisti sono quelli più adirati e qualcuno è già passato (costretto) ai PC Windows per poter continuare a lavorare. Il resto dei fedeli Mac che nonostante un mondo invaso da smartphone e tablet continua a considerarsi il vero nocciolo duro degli utenti Apple, e forse non a torto, può ora sperare e aspettare. Ma questo era già disposto a farlo, anche perché chi si trova bene con un Mac poi difficilmente prende in considerazione l’acquisto di un PC Windows: per farlo deve davvero essere messo alle strette.

macbook-pro-2016-family