Ford abbandona Windows Embedded e ora supporta CarPlay di Apple e Android Auto

Nuova generazione del sistema di infotainment Ford: addio a Microsoft Auto (noto anche come Windows Embedded Automotive), si passa a QNX, permettendo l'integrazione con CarPlay di Apple e Android Auto.

Ford abbandona la piattaforma di automotive digitale Microsoft Sync lanciata qualche anno addietro dalla Casa di Redmond e passa a una piattaforma QNX in grado di supportare il CarPlay di Apple con la possibilità di attivare Siri tenendo premuto il pulsante del controllo vocale sul volante.

La casa automobilistica statunitense si era già interessata all’integrazione con iOS nonostante sia da sempre un partner storico di Microsoft. Con Apple, Ford aveva lavorato già nel 2006, proponendo l’integrazione con l’iPod un anno prima di scegliere la piattaforma Windows Embedded Automotive costruita sulle fondamenta di Windows CE.

L’integrazione di funzionalità nelle auto in grado di gestire l’iPod è stata pensata da Apple nei primi anni del 2000, con una serie d’iniziative culminate nel programma “Made for iPod” che comprendeva kit di integrazione auto per il player. Nel 2004 l’integrazione in questione fu proposta in partnership con BMW e poi con Mercedes-Benz, Volvo, Nissan, Alfa Romeo e Ferrari. Nel 2007 Apple espandeva il supporto auto con la connettività wireless Bluetooth su iPhone e iPod e lo stesso anno Ford e Microsoft presentavano Sync con supporto per USB e Bluetooth, indicando anche l’iPod come dispositivo compatibile.

Ford non è mai riuscita a far emergere la piattaforma Windows Embedded Automotive;  Engadget spiega che, in risposta alle richieste dei clienti, la società ha deciso di eliminare il supporto alla piattaforma Microsoft in favore di sistemi “più reattivi e meno goffi da usare”.

Ford ha da tempo deciso di sfruttare QNX per la gestione dell’infotainment, il sistema operativo embedded real-time acquistato da BlackBerry nel 2010 con l’intento di proporre BlackBerry OS 10 come competitor di iOS. QNX è meno costoso in termini di licenze rispetto a quello Microsoft e offre un sistema di sincronizzazione più veloce e flessibile. Il nuovo sistema sarà presente sui nuovi veicoli dal 2015 e consente di comunicare senza problemi con dispositivi Android e iOS. Apple, lo ricordiamo, è partner di BlackBerry proprio per QNX. A marzo di quest’anno un dirigente di QNX ha definito la collaborazione con Apple una partnership strategica spiegando che questa garantisce “connettività di alta qualità” a sostegno di CarPlay.

ford-sync-3-2014-12-11-02