Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Google introduce la possibilità  di usare i Chromebook come chioschi pubblici

Google introduce la possibilità  di usare i Chromebook come chioschi pubblici

Google ha introdotto una nuova opzioni per i suoi Chromebook e Chromebox dotati di Chrome OS, ovvero la possibilità di gestire sessioni di navigazioni pubbliche: impostando in maniera appropriata il dispositivo, sarà possibile consentire a qualunque utente la possibilità di navigare in maniera libera dal computer con la sicurezza di avere poi i propri dati cancellati a fine sessione.

La novità rende i Chromebook molto appropriati per un utilizzo come “postazioni” pubbliche di navigazione, utilizzabili non solo per offrire una connessione agli utenti, ma anche all’interno di specifici esercizi più o meno commerciali.

Per esempio potrebbe essere utile per ordinare direttamente in un negozio eventuali prodotti non disponibili in stock; oppure consultare l’elenco i libri disponibili in una libreria per sapere se quello che stiamo cercando è disponibile oppure prenotare servizi ad esempio in un hotel. Operazioni possibile grazie anche ad un pannello i controllo incluso nel OS che permette di gestire una rete di Chromebook collegata fra loro.

Google sembra puntare sempre di più sul suo sistema operativo per computer, soprattutto dal punto di vista business e per le strutture dedicate all’istruzione. Al momento le quote di mercato gli hanno dato poca soddisfazione ma Mountain View non sembra frenare i suoi buoni propositi per questo segmento di mercato.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità