L’aeroporto di Dubai si ferma per avvistamento droni

C'è ancora chi, nel 2019, pensa che volare con un drone vicino un aeroporto sia una buona idea: bloccato il traffico aereo al Dubai International

Drone vola all’aeroporto di Dubai, fermato il traffico aereo

Il Dubai International è uno degli aeroporti più trafficati al mondo ed eventuali ritardi su questo scalo possono avere effetti a catena inimmaginabili. L’interruzione del traffico aereo, per via di un avvistamento droni è dunque l’ultima cosa che ci si auspicherebbe. Invece, è proprio quel che è accaduto.

Nelle scorse ore l’avvistamento di un drone, precisamente nella fascia 10:13-10:45 ora locale, ha paralizzato il traffico aereo dello scalo. Per la precisione, a subire ritardo negli atterraggi anche i voli in arrivo, non in grado di atterrare. Nell’occasione, l’aeroporto ha anche ricordato attraverso i suoi canali social, che  “chi vola con droni senza la dovuta autorizzazione è soggetto a responsabilità legale secondo le leggi degli Emirati Arabi Uniti”.

Fortunatamente, al di là del blocco del traffico aereo, l’episodio non ha avuto conseguenze ulteriori e ben più gravi per la salute dei passeggeri a bordo. In passato anche l’aeroporto di Gatwick di Londra ha avuto problemi simili legati alla presenza di droni in volo nei paraggi del terminale.

Drone vola all’aeroporto di Dubai, fermato il traffico aereo

È per questo che i produttori di droni, come DJI, stanno lavorando da tempo su un ulteriore miglioramento della Geofencing, con possibilità di inibire il volo dei quadricotteri in queste zone no-fly.

Una dichiarazione fornita dal terminale al New York Times afferma che «Dubai Airports ha lavorato a stretto contatto con le autorità competenti al fine di garantire la sicurezza delle operazioni aeroportuali, così da ridurre al minimo eventuali disagi per i nostri clienti». Resta da vedere se le autorità competenti riusciranno a individuare il pilota, e quali saranno per lui le conseguenze legali.