Larry Page, perde la voce e salterà  il Google I/O

Larry Page pare sia stato colpito da alcune problematiche di salute che gli avrebbero fatto perdere la voce. Non potrà dunque intervenire ai prossimi eventi pubblici di Google, fra cui l’importante Google I/O. Nel periodo di degenza sarà Sergey Brin a fare le sue veci.

Larry Page non potrà intervenire all’imminente Google I/O, l’evento annuale più importante per la società di Mountain View. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Eric Schmidt ha confermato che il CEO di Google avrebbe perso la voce e quindi non sarà in grado di intervenire per circa un mese presso eventi pubblici.

Non sono noti altri dettagli sulle condizioni di salute di Page, né quale sia la causa della perdita di voce; Page continuerà a comunicare pubblicamente tramite email e altre forme di comunicazione scritta durante il suo periodo di degenza. Nel frattempo sarà Sergey Brin prenderà il suo posto alla guida dell’azienda finché il co-fondatore non si sarà ripreso.

A causa di tali problematiche, Page ha già dovuto saltare l’incontro con gli azionisti, non potrà intervenire ad alcuna conferenza del Google I/O e nemmeno potrà commentare e discutere con gli analisti in occasione delle prossima presentazione dei risultati fiscali relativi al secondo trimestre dell’azienda, che saranno presentati il prossimo mese.

Da giorni intorno alle condizioni di salute di Page si sollevano dubbi ed illazioni. In particolare alcuni osservatori hanno anche notato la sua assenza anche da Internet e in particolare da Google+ dal 25 maggio arrivando a sollevare, forse non troppo opportunamente, un parlallelo con quanto accaduto con Jobs le cui condizione di salute erano state a lungo minimizzate da Apple. Se infatti è vero che Page ha perso la voce, resta da capire la ragione per cui non è in grado di parlare e se la sua assenza anche dal social network dell’azienda non significhi che è stato ricoverato in ospedale.

Fonte: Bloomberg