Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » L’azienda cinese di droni DJI ha licenziato dei dipendenti per gravi casi di corruzione

L’azienda cinese di droni DJI ha licenziato dei dipendenti per gravi casi di corruzione

DJI, l’azienda cinese nota per i suoi droni destinati al mercato consumer, ha riferito di avere individuato diversi casi gravi di corruzione all’interno dell’azienda e per la fine dell’anno fiscale 2018 prevede perdite per oltre 1 miliardo di yuan (150 milioni di dollari).

L’azienda, riferisce il sito VentureBeat, sta indagano sui casi individuati durante controlli di qualità di routine nel 2018 i cui risultati sono stati comunicati alle autorità.

“DJI condanna fermamente qualunque forma di corruzione e ha predisposto una task force anticorruzione di alto livello per indagare ulteriormente e rafforzare le misure anti-corruzione”, si legge in un comunicato. “Numerosi casi di corruzione sono stati scomunicati alle autorità e alcuni dipendenti sono stati licenziati”.

Lo statale China Securities Journal, quotidiano sulla sicurezza nazionale, riferisce di rapporti interni all’azienda dai quali emergono indagini che riguardano 40 dipendenti di DJI. Varie aziende nel Paese del Dragone hanno recentemente avviato iniziative per la lotta alla corruzione e all’inizio di questo mese Didi Chuxing, l’impresa di rete di trasporti cinese con sede a Pechino sulla quale ha investito anche Apple, ha fatto sapere di aver mandato a casa lo scorso anno oltre 80 dipendenti per l’alto livello di corruzione.

DJI Mavic 2 Zoom a 880 euro: non è uno schermo

Secondo i dati riferiti dal dipartimento Risorse umane di DJI ai giornali, l’azienda vantava alla fine dello scorso anno 12.000 dipendenti, destinati ad arrivare a 14.000 entro la fine di quest’anno.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità