ULLtraDIMM: arrivano sul mercato le nuove unità SSD super veloci

Le unità SSD di nuova generazione ULLtraDIMM di SanDisk offrono latenze estremamente ridotte e sono al momento destinate ai server di ultima generazione. Questi speciali SSD risultano sensibilmente più veloci anche rispetto alle unità PCIe impiegate da Apple

ULLtraDIMM

Sandisk ha annunciato che IBM sarà il primo produttore a usare le memorie ULLtraDIMM in ambito server. Sviluppate da SanDisk e Diablo Technologies, le ULLtraDIMM promettono bassissima latenza in accoppiata ai dispositivi di storage. L’idea alla base è sfruttare i meccanismi di flash storage più vicini possibili alla CPU, sfruttando bus di memoria standard e form factor tipo DIMM.

I tempi di scrittura con le ULLtraDIMM sono di 5 microsecondi, superando qualsiasi altro dispositivo di flash storage esistente, compresi quelli che sfruttano il veloce bus PCIe. Le unità su ULLtraDIMM sono disponibili in tagli da 200 GB e 400 GB e sfruttano memorie flash MLC 1xnm. Si parla di 760MB e performance che raggiungono i 150K/65K IOPS in lettura/scrittura random, valori fino al 50% superiori rispetto a molte unità SSD di tipo consumer al momento sul mercato.

IBM ha recentemente presentato la sesta generazione della sua X-Architecture di classe enterprise per server System x e PureSystems, introducendo miglioramenti rilevanti in termini di prestazioni, affidabilità e costi per gli ambienti di cloud e analytics. Tra le peculiarità di quest’architettura, il Memory Channel Storage eXFlash integrato, storage – come spiegato – basato su DIMM, in grado di aumentare le prestazioni degli applicativi grazie alla latenza di scrittura del sistema minima possibile.

ULLtraDIMM

Ultradimm2