Mac App Store: il punto di vista dello sviluppatore italiano di VectorDesigner

Sviluppatori italiani sul Mac App Store? Abbiamo chiesto ad uno dei primissimi developer indipendenti del nostro paese ad apparire sul negozio delle applicazioni dedicato a Mac OS X perché ha scelto la nuova piattaforma di distribuzione per il suo software da parecchio tempo sul mercato.

Marco Pifferi è lo sviluppatore di VectorDesigner, potente applicazione di disegno vettoriale e conversione da raster ormai da qualche anno sul mercato e tra le prime, tra quelle presenti da subiti sul Mac App Store proposte da una firma italiana. Lo abbiamo intervistato per conoscere qualcosa in più delle possibilità attuali e delle prospettive di questo nuovo strumento che Apple mette a disposizione di programmatori ed utenti.

marco pifferiMarco, come molti dei nostri lettori sanno bene è anche l’autore di AroundMe, una delle più apprezzate applicazioni per iPhone per lungo tempo ai primi posti delle classifiche di tutto il mondo e proposta anche da Apple nei suoi spot internazionali: in pratica somma l’esperienza di sviluppo sulla piattaforma iOS e della presenza su App Store con quella del nuovissimo “negozio” di Applicazioni di Apple dedicate Mac.

– Marco, innanzitutto complimenti per la pubblicazione della tua Mac App, VectorDesigner, tra le primissime ad apparire sullo store dedicato a Mac. Da quanto tempo lavori alla preparazione di questo evento?
Immediatamente dopo l’annuncio di Apple relativo al Mac App Store. Mi è sembrata sin dal primo momento un’ottima opportunità per promuoverlo.

– L’operazione ha richiesto revisioni particolari in funzione delle richieste di Apple? Hai dovuto fare cambiamenti di interfaccia per adattarla ai dettami dell’Human Interface Design richiesto da Apple?
In realtà l’applicazione non ha richiesto grosse modifiche: era già compatibile con le specifiche dell’interfaccia di Cupertino e non e’ stato complicato portarla all’App store.

– Ci sono novità ulteriori che hai pensato di introdurre con questa versione prevedendo un pubblico più ampio rispetto a quello delle versioni attuali?
La prima versione per il Mac App Store è identica a quella che si poteva scaricare sino a ieri dal sito di Tweakersoft.
Per il futuro intendiamo aggiungere novità con frequenti aggiornamenti un po’ come accade per le applicazioni iOS.

– Rispetto alla gestione della approvazione su App Store per le applicazioni iOS le richieste sono più o meno stringenti?
Le cose sostanzialmente sono molto simili: al momento nel Mac App Store non c’e’ la possibilità del “In App Purchase” e dei coupon per regalare le applicazioni ma oltre a questo direi che non ci sono differenze: in ogni caso mi aspetto inoltre che entrambe le features vengano introdotte presto da Apple per espandere le capacità di proposta e promozione degli applicativi.

– L’applicazione era già disponibile per l’acquisto singolo in versione famiglie ed education attraverso Digital River. Sarà possibile mantenere le formule con licenza multipla o sconto education? Cosa ti ha spinto ad utilizzare il nuovo canale di vendita?
Per il momento siamo interessati a mantenere solo il canale Mac App Store e non ci saranno prezzi speciali per licenze multiple oppure education ( a meno che questo non venga in qualche modo proposto da Apple ).
Sono convinto che il nuovo canale darà una grande visibilità alle applicazioni ed agli sviluppatori: l’integrazione con il sistema operativo
renderà la ricerca delle apps estremamente semplice e questo porterà sicuramente ad un volume maggiore di vendite.

La formula 70/30 (70% allo sviluppatore e tutto il resto ad Apple) a conti fatti e con l’esperienza di una struttura alternativa che già conosci può rivelarsi competitiva?
Direi di si.  Il Mac App Store comprende non solo la vendita del prodotto come accade per gli store alternativi ma anche la visibilità data da uno store
che sarà preinstallato su tutti i Mac, le opportunità di vendita che derivano dal marketing di Apple e anche la gestione dei costi dei server necessari
per il download delle applicazioni.

Lasciamo Marco i suoi tanti progetti e parliamo un po’ di VectorDesigner: chiunque si occupi di grafica vettoriale a livello professionale o semplicemente per scopi didattici dovrebbe dare un’occhiata all’applicativo: il basso prezzo d’acquisto permette di accedere facilmente a potenzialità presenti su applicazioni più blasonate e molte funzionalità sono tutt’ora inedite anche a distanza di anni dalla prima release. Vector Designer è anche un ottimo complemento per coloro che dovendo utilizzare elementi vettoriali su applicazioni come Keynote, Pages e iWeb si sentono limitati dalle capacità di editing dei programmi di Apple.
Tra le caratteristiche di rilievo la possibilità di tracciare disegni raster in vettoriali e quella di reperire su Flickr texture e colori che si adattino alla necessità di campitura dei propri disegni.

L’applicazione si acquista per 23.39 Euro da questo link di Mac App Store.

vector designer