Sto caricando altre schede...

Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Nest apre alle terze parti, Apple inclusa

Nest apre alle terze parti, Apple inclusa

Pubblicità

Nest ha appena lanciato il suo programma di sviluppo e le relative API che permetteranno a chiunque di scrivere applicazioni in grado di integrarsi con i prodotti dell’azienda, ormai parte del gruppo Google. L’iniziativa è stata annunciata lo scorso settembre, ma il portale degli sviluppatori di Nest è stato lanciato solo ora. L’obiettivo del programma è permettere a chiunque di poter sfruttare le potenzialità dei prodotti Nest con software, hardware, o servizi, gestiti direttamente da aziende che possono far uso di una piattaforma di connessione. Fra i primi protagonisti ci saranno nomi Mercedes-Benz e Whirlpool, ma anche attori più piccoli, come Jawbone e IFTTT.

Nello specifico l’esempio più rappresentativo è la funzionalità ETA sviluppata con Mercedes, che consente agli utenti di stimare l’ora di arrivo a casa e dare un segnale remoto al termostato di casa in modo da trovare la casa riscaldata – o raffreddata – non appena si rientra dal lavoro o da un’uscita. Semplice la partnership con IFTTT, che consente di creare “ricette” interessanti, come l’invio di messaggi specifici nel caso dei rilevatori di fumo.

The Verge ha anche provocatoriamente chiesto a Nest se anche eventuali applicazioni di Apple sarebbero accettate e la società ha ribadito che chiunque può sviluppare per i suoi dispositivi – quindi anche Apple – a patto che vengano rispettate in maniera ferrea le linee guida. Difficilmente la Casa della Mela dedicherà di sviluppare per quello che al momento è indubbiamente un concorrente dell’azienda di Cupertino, ma sarà interessante seguire gli sviluppi su questo emergente mercato.

pubbllicita termostati google

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Offerte Speciali

MacBook Air M2 a solo 949 euro, mimimo storico

Amazon sconta sullo sconto Apple per il MacBook Air M2 da 256 GB: lo pagate solo 949 euro. È il minimo storico per questo modello
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità