Oltre i confini, con FileMaker Scripting

La piattaforma FileMaker offre un potente motore di scripting, fondamentale per creare soluzioni personalizzate: impari questo ed altro al nuovo corso FileMaker Scripting

Oltre i confini, con FileMaker Scripting
Scripting neon Sign on brickwall

«È possibile creare APP personalizzate e distribuirle su dispositivi mobile, cloud e desktop grazie all’ambiente di sviluppo rapido e intuitivo offerto dalla piattaforma FileMaker – dice Anna Antonioli, docente certificata FileMaker – È facile realizzare applicazioni: lo sviluppatore ha modo di concentrarsi sui dati, sulle logiche di business e sull’interfaccia grafica con un unico tool».
Con FileMaker e con il suo potente motore di scripting puoi realizzare soluzioni personalizzate anche laddove i normali strumenti dell’interfaccia non sono totalmente personalizzabili. Puoi ottimizzare il tuo lavoro e velocizzare operazioni ripetitive grazie all’uso degli script.

Vediamo nel dettaglio cosa sono gli script, a cosa servono, perchè usarli e come crearli.

Gli script: a cosa servono
Gli script servono per automatizzare le operazione che eseguiamo tramite applicazione.
Può essere un’operazione semplice come stampare un documento o più complessa come importare ed elaborare dati da sorgenti esterne: gli script, infatti, vengono creati selezionando dei comandi, detti istruzioni di script, da un elenco predefinito.
Imparare a scrivere gli script in FileMaker è quindi più semplice che utilizzare un linguaggio di programmazione tradizionale.

Gli script: perché usarli
Due buoni motivi sono: risparmiare tempo ed evitare errori.
Per esempio, una fattura a fine mese può essere creata manualmente: infatti tutti i dati e tutte le lavorazioni fatte per un cliente dovrebbero essere presenti all’interno nella nostra applicazione. Ma immaginiamo se la fattura fosse creata automaticamente con un semplice click di un pulsante!
Allo stesso modo potremmo con un altro script creare il file XML da inviare all’agenzia delle entrate e contemporaneamente anticipare la fattura in PDF per mail al nostro cliente.

In caso di soluzione condivisa su FileMaker Server abbiamo anche la possibilità di automatizzare l’esecuzione degli script periodicamente, per esempio ogni sera o ogni 5 minuti. In questo modo possiamo automatizzare flussi che non richiedono l’interazione con l’utente come l’importazione/esportazione tra FileMaker e altri sistemi, l’elaborazione di statistiche o la gestione di grandi quantità di dati.

Gli script: che strumenti ci offre FileMaker per crearli
Innanzitutto FileMaker ci fornisce un’Area di lavoro molto semplice e al suo interno possiamo scrivere direttamente le azioni script e scegliere un’azione script da un elenco.

Oltre i confini, con FileMaker Scripting

Abbiamo anche la possibilità di ottimizzare il codice per le varie piattaforme su cui sarà utilizzata la nostra APP: desktop, mobile, web, server.
Dalla versione 17, inoltre, FileMaker PRO non esiste più: viene offerto solo FileMaker PRO Advanced in cui, abilitando gli strumenti avanzati nelle preferenze del programma, abbiamo a disposizione alcuni strumenti utili per chi sviluppa. Un esempio è lo script debugger, indispensabile quando gli script diventano complessi e non funzionano come dovrebbero.

Oltre i confini, con FileMaker ScriptingSe vuoi dare una marcia in più alle tue applicazioni e aumentare le tue competenze professionali, è indispensabile (e anche divertente!) imparare a programmare con gli script.

Tutto questo ed altro nel nuovo corso FileMaker Scripting.
Se invece ti stai avvicinando a FileMaker per la prima volta, trovi qui il percorso formativo completo più adatto a te.