OneDrive ora accetta file di 10GB

10GB è la dimensione massima dei file accettata ora da OneDrive. Migliorate le funzioni di sincronizzazione e attivato  il drag&drop dei file dal servizio web.

10GB è la dimensione massima dei file accettata ora da OneDrive, il servizio cloud di Microsoft. All’inizio di questo mese Microsoft aveva annunciato di aver innalzato il precedente limite di 2GB, senza specificare però il valore massimo ma ora è stato dichiarato che questo corrisponde a 10GB. Il limite in questione è un punto a favore per la casa di Redmond ma servizi come Dropbox e Hubic non hanno un limite minimo o massimo o meglio, i file caricati su Dropbox tramite l’applicazione desktop o le applicazioni per dispositivi mobili non hanno alcun limite di dimensione dei file; i file caricati tramite il sito web (facendo clic sul pulsante di caricamento) hanno un limite massimo di 10 GB.

Ovviamente tutti i file caricati sui servizi devono rientrare nei limiti della quota di spazio di archiviazione del proprio account (se, ad esempio, il proprio account ha una quota di spazio di archiviazione di 2 GB, possiamo caricare un file di 2 GB, oppure più file che in tutto arrivino a 2 GB).

Microsoft afferma di aver migliorato le funzionalità di sincronizzazione e queste saranno più veloci, in particolare quando si caricano più file contemporaneamente. La maggiore velocità si percepirà nelle prossime settimane, man mano che saranno aggiornati i server di riferimento. Altra novità di OneDrive è la possibilità di sfruttare il drag&drop dei file direttamente nell’interfaccia web del servizio.

Microsoft OneDrive, lo ricordiamo, consente di archiviare e condividere foto, video, documenti e altro, ovunque e su qualsiasi dispositivo, gratuitamente. Con l’iscrizione si hanno a disposizione 15 GB gratuiti; sono disponibili piani da 100 (1,99 euro al mese) e 200GB (3,99 euro al mese); sono in questo momento in offerta i piani “OneDrive for Business” che prevedono 1TB di spazio per 2,00 euro per utente al mese con un impegno annuale (normalmente 4 euro al mese per utente).

La versione per OS X di OneDrive si scarica gratis dall’App Store. Anche OneDrive per iOS (iPhone e iPad) si scarica gratis dall’App Store.

esempioOnedrive