Recensione nuovo cavo Lightning Syncwire: connettori più piccoli, cavo più morbido

Macitynet mette alla prova la nuova versione dei cavi Lightning Syncwire rivestiti in fibra di nylon. Alcuni affinamenti rendono questo ottimo cavo ancora migliore. Ecco il nostro "giro di prova".

[banner]…[/banner]

Di Syncwire abbiamo già parlato molte volte. L’azienda cinese che offre i suoi prodotti su Amazon è una delle migliori, forse la migliore, in uno specifico campo: quello dei cavi Lightning quando si tratta di paragonare qualità e prezzo. I suoi cavi, tutti certificati, sono diventati noti (come si evidenzia anche di numero e dal merito dei giudizi molto positivi di chi li comprati) per essere molto solidi ed economici.

Il best seller assoluto è il cavo Lightning con guaina in maglia di nylon e connettori in alluminio, un accessorio che potremmo dire essersi creato una sua piccola leggenda in fatto di solidità. In questi giorni Syncwire ha portato il suo accessorio alla versione… 2.0 con un modello che porta con sè tutti i pregi del passato e lima i modesti difetti.

Il primo vantaggio della nuova versione è nelle dimensioni dei connettori. Ora quello Lightning, piuttosto massiccio nella versione precedente, è stato ridotto sensibilmente al punto da essere indistinguibile rispetto a quello di Apple. Un risultato notevole se si pensa che il connettore Lightning Apple è ancora oggi il più piccolo che abbiamo mai visto. Questo significa che il cavo Ligtning di Syncwire potrà essere usato con tutte le custodie e tutti gli accessori pensati per il cavo Apple.

Un secondo vantaggio dell’ultima versione del cavo è nella flessibilità. La maglia di nylon, pur conferendo maggior resistenza, dava problemi nel mettere il cavo in tasca o in una borsa per uno spiccato “effetto molla”. In pratica era difficile ripiegare il cavo senza che scappasse di qui e di là e anche avvolgerlo in maniera compatta. Ora Syncwire, pur mantenendo la stessa solidità della maglia, usa fibre più flessibili. In questo modo diventerà meno complicato e fastidioso mettere il cavo in un cassetto, in tasca o in borsa. Non aspettatevi di avere un cavo del tutto simile a quello in plastica di Apple o di altro concorrenti, però: alla fine un certo… spirito ribelle, il cavo continuerà ad averlo.

Tutto il resto del cavo Syncwire è come l’abbiamo conosciuto. Si tratta di un cavo certificato da Apple, da un metro reale (e non 90 cm come altri concorrenti) consegnato in una confezione curata e che alla fine, cosa più importante, offre prestazioni eccellenti sia in sincronizzazione che in ricarica. Essendo un prodotto Mfi non ha alcun problema a funzionare anche con le ultime versione del sistema operativo e quando viene misurata la sua capacità in termini di Ah, è in grado di lasciare alle spalle anche Apple. Grazie ad una eccellente schermatura, contatti di qualità e materiali selezionati, è in grado di offrire un vantaggio in termini di prestazioni tra il 5 e il 7% rispetto al cavo Ligthning originale.

In conclusione: Syncwire si è prefissa di dare un sequel sul suo besteseller. Migliorare quello che è un cavo che rappresentava un termine di confronto in fatto di qualità in rapporto al prezzo, non era facile, ma l’azienda cinese ci è riuscita. E il tutto allo stesso prezzo di prima: il cavo Lightning di Syncwire costa infatti ancora 7,99 euro su Amazon

cavo Lightning Syncwire