Recensione Oukitel U22, quattro fotocamere in uno smartphone da 80 euro?

Recensione Oukitel U22, lo smartphone con quattro fotocamere, che valgono, però, come una. Uno smartphone economico.

Uno smartphone con ben quattro fotocamere è certamente una novità nel panorama e neppure le aziende leader nel settore si sono spinte fin tanto. Al momento Apple e altri protagonisti nel mondo Android hanno proposto al massimo tre fotocamere, con una configurazione doppia sul posteriore e una camera anteriore sul frontale. Oukitel si spinge oltre, con una doppia fotocamera posteriore e una doppia anteriore; peraltro in uno smartphone da meno di 80 euro.

Facile intuire come in uno smartphone così economico sia impossibile inserire qualità. Anticipiamo sin d’ora che le quattro fotocamere non aggiungono assolutamente nulla all’esperienza multimediale, che rimane quella di un terminale entry level economico. Insomma, una caratteristica che attira sulla carta, ma che effettivamente non innalza il livello qualitativo.

Oukitel U22

A livelli estetico Oukitel U22 si presenta con forme che nulla fanno per risultate originali, ma rimane comunque piacevole. Propone un ampio schermo da 5,5 pollici di diagonale con tasti soft touch non retroilluminati posto al di fuori dello schermo. Tasto accensione e bilanciere del volume sulla destra, Jack per le cuffie sulla parte alta e ingresso micro USB sulla parte inferiore. Particolari anteriore e posteriore, dove svetta appunto un doppio modulo fotografico. Quello sul davanti non appesantisce alla vista e si trova sempre sulla parte superiore, e anche quello posteriore è piusstosto ristretto, di piccole dimensioni, affiancato dal flash led. Poco più in basso, invece, si trova un sensore di impronte digitali, che naturalmente non risponde con il massimo della velocità e precisione, ma si lascia comunque utilizzare con uno sblocco che avviene correttamente circa sette volte su dieci.

Al di là dell’estetica del terminale, che comunque non dispiace anche in considerazione del basso costo del dispositivo, è un po il peso ad appesantire la tasca dei pantaloni. Oukitel U22 misura infatti 76 x 154.2 x 9.6 mm, per 187 grammi: sono tanti, anche in rapporto alla batteria, da appena 2700 mAh. A livello di caratteristiche tecniche Oukitel U22 fa affidamento su una CPU Mediatek MT6580A Quad-Core a 1.3 GHz Cortex-A7, GPU Mali-400, il tutto coadiuvato da 2GB di RA e 16 GB di memoria integrata. Lo schermo si giova di un pannello IPS da 5,5 pollici con risoluzione HD. Non è tra i migliori, considerando che la griglia dei pixel è alquanto visibile ad un occhio allenato e che sotto la luce diretta del sole non risulta molto leggibile. I colori sono comunque buoni ed è piacevole in zone al chiuso, comunque non direttamente illuminate da fonti di luce. Si tratta di una configurazione non al top, ma che è in linea con il prezzo di 79 euro al quale lo si trova su Amazon, che scende a 65 euro se ci si rivolge a siti cinesi, come GearBest.

Nel quotidiano si può utilizzare senza particolari problemi, anche se certamente il terminale non è un fulmine e si sente come poco reattivo in molteplici occasioni. È il classico smartphone low cost che permette di usufruire di tutto l’universo Android, con qualche compromesso derivante da un hardware non certamente performante.

Venendo al reparto multimediale, come già accennato, la presenza di quattro camere risulta solo un richiamo sulla carta, che non aggiunge nulla ad un normale reparto fotografico presente su un qualsiasi smartphone low cost. Lo si capisce anche dai numeri tecnici dei sensori: 8 + 0.3 Megapixel sul posteriore e 5 + 0.3 Megapixel sul frontale.

Paradossalmente, se Oukitel U22 avesse avuto due sole camere, una posteriore e una anteriore, sarebbe stato meglio. Con un modulo a quattro camere, invece, le aspettative risultano in astratto superiori e ritrovarsi con una qualità inferiore a quelle di uno smartphone medio gamma con una sola camera riduce certamente l’entusiasmo. Le immagini scattate con oukitel U22 hanno la qualità standard di un qualsiasi smartphone cinese di fascia bassa. L’effetto “broken” (come scritto nell’app camera), ad esempio, é ben lontano da quelli realizzabili con un medio gamma a doppia fotocamera e sembra più un effetto software (non troppo male, dopo tutto), che non un risultato hardware. Anche le foto in bianco e nero non si giovano del doppio modulo fotografico e anche in questo caso il risultato B/N sembra soltanto un filtro software applicato alla foto. Insomma, le foto sono quelle di un terminale low cost, e le quattro camere lavorano non meglio di una configurazione standard a camera singola.

Conclusioni

Oukitel U22 costa poco e questa è la sua arma per convincere all’acquisto. Un terminale da 5,5 pollici che può servire come muletto o da affidare a chi non ha molte pretese, ma vuole comunque poter messaggiare su WhatsApp e sfogliare qualche pagina web. Le quattro camere risultano, invece, una caratteristica sulla carta, per attirare l’attenzione, non in grado di restituire foto di qualità superiore; tutto sommato risultano in linea con il terminale da 79 euro.

Oukitel U22 costa 79,99 euro su Amazon nella diversa colorazione bianca o nera. Per chi volesse risparmiare, invece, è possibile acquistarlo su GearBest a 65 euro, anche in nero o bianco.

PRO

  • Prezzo
  • Ben costruito

CONTRO

  • Reparto multimediale
  • Non un fulmine
  • Pesantuccio