fbpx
Home iGuida Le migliori tastiere per Mac di metà 2019

Le migliori tastiere per Mac di metà 2019

Scegliere la migliore tastiera per il vostro Mac è essenziale e non solo se trascorrete ore ed ore ogni giorno a digitare. Velocità, precisione, comodità sono molto importanti e quindi in ogni occasione trovare quella che meglio si adatti alle vostre esigenze è fondamentale.

Per rispondere a questo problema si deve capire che ci sono differenti tipi i Mac, ma anche differenti tipologie di tastiera, segnate da prezzi ma anche da tecnologie differenti. Scegliere, quindi, quella che sarebbe la migliore non è semplice perché in conto si devono mettere molte variabili.

Differenze tra le tastiere

Non tutte le tastiere sono state create uguali. Infatti sul mercato ci sono numerosi tipi di tastiere con differenze visibili e meno visibili. Comprendere i fondamenti che distinguono l’una o l’altra è importante in un processo decisionale sulle scelte.

Meccanica, a membrana o touch screen

Partiamo innanzitutto spiegando che nel mercato odierno esistono sostanzialmente tre tipi di tastiere tra quelle meccaniche, a membrana e touch-screen. Togliendo queste ultime perché si parla di un ambiente completamente diverso, le prime due si dividono sostanzialmente il mercato.

Le tastiere a membrana, che gli utenti Mac conoscono molto bene perché equipaggiano i MacBook Pro e anche le ultime generazioni di tastiere per iMac, sono sostanzialmente costruite attorno ad una membrana che individua la pressione del tasto. Questo sistema (come anche la sua evoluzione, basata non più su una membrana vera e propria ma su uno scissor-switch) è più economico da costruire rispetto a quelle meccaniche, offre un rumore più contenuto e uno spessore minore. Di contro, offre un margine di errore in battitura più alto proprio per la presenza di una membrana che è molto sensibile alla pressione.

migliori tastiere per Mac - una tastiera a membrana

Diversamente, le tastiere meccaniche sono costituite non da un’unica membrana ma da singoli tasti, ognuno con un meccanismo alla base che si attiva alla pressione. Queste, rispetto alle tastiere a membrana sono più rumorose ma anche più robuste e precise (in particolare nelle sequenze di tasti) e offrono una sensazione maggiore di solidità anche sotto sforzo. Per qualcuno queste sono le migliori tastiere per Mac e non solo…

Tastiera italiana e straniera

Le tastiere si differenziano poi per layout: sebbene sono ormai moltissime le soluzioni con layout italiano, sul mercato sono per lo più diffuse quelle con la disposizione USA che si differenziano principalmente per l’area destra della tastiera che non ha le lettere accentate e i simboli a cui siamo normalmente abituati, ma tutta un’altra serie di caratteri. con una tastiera USA le lettere accentate (àèìòù) si ottengono in modo diverso, ovvero pigiando prima il tasto (‘) seguito poi dalla lettera desiderata.

In questo caso la migliore tastiera è quella che più facilmente si adatta alla vostra abitudine di scrittura ma anche alla lingua in cui scrivere; se scrivete in Italiano non è impossibile usare una tastiera americana (basta usare le combinazioni di tasti) ma è più lento e meno intuitivo; se usate la tastiera per fare calcoli oppure per programmare, anche una tastiera americana può fare al caso vostro.

migliori tastiere per Mac - una tastiera meccanica

Meglio il filo o la tastiera wireless?

Varie soluzioni sono poi divise tra tastiere wireless, che si collegano al Mac tramite Bluetooth oppure via sensore a infrarossi che solitamente è rappresentato da una piccola pennina USB, oppure le classiche tastiere con cavo funzionali tanto con Mac e computer Windows, quanto con tablet Windows di ultima generazione.

Il Bluetooth tendenzialmente è la soluzione più facile ed intuitiva, ma attenzione: queste tastiere hanno una batteria, generalmente ricaricabile, che richiede che essere siano collegate almeno saltuariamente ad una fonte di energia per il ripristino della batteria. Le tastiere con ricevitore USB hanno lo stesso difetto, ma anche un secondo problema: occupano un porta USB. Quelle a cavo, occupano una porta USB  in più hanno un cavo che fluttua sulla vostra scrivania. In compenso non necessitano di alcuna ricarica: funzionano sempre e comunque. Tutti fattori di cui tenere conto quando andrete a comprare una tastiera che sia la migliore per il vostro Mac…

Non dimenticate poi che quando si parla di tastiere ce ne sono alcune che sono specifiche per Windows. In termini pratici queste tastiere operano in maniera corretta anche su Mac per la maggior parte dei tasti che presentano, ma ce ne sono alcuni che operano solo per funzioni specifiche di Windows e che su Mac devono essere o riprogrammati oppure dovrete dimenticare che esistono.

Tastiera Bluetooth universale

Infine non scordate neppure che nel mondo attuale ci sono tastiere bluetooth che nascono per essere universali. Possono quindi operare non solo su computer, Mac o PC che esso sia, ma possono anche essere usate per gestire dispositivi portatili come gli iPad o gli iPhone. Queste tastiere se nascono con i giusti presupposti, non solo si collegano automaticamente ad un dispositivo e all’altro a seconda di quello che trovano operativo, ma hanno anche tasti che possono collegare e scollegarle “al volo” così da usarle alternativamente, ad esempio, su un iPad e su un Mac che vi stanno tutti e due davanti. Di questo tipo di tastiere ci occuperemo in futuro con uno speciale dedicato ad esse.

Ci sono insomma centinaia di soluzioni tra cui scegliere: in questo articolo ve ne elenchiamo alcune tra quelle che riteniamo le migliori per Mac attualmente in circolazione e che cercano di accontentare un po’ le principali esigenze dei nostri lettori.

Tastiera per Mac: le migliori 10

Apple Magic Keyboard con tastierino numerico

Impossibile non citare la tastiera di Apple nella sua versione più grande, che include un tastierino numerico molto utile per chi lavora tanto con fogli di calcolo e database, o più semplicemente per svolgere calcoli con maggiore velocità ad esempio con l’app Calcolatrice di macOS.

Avendo le frecce direzionali sul lato destro anziché incorporate nella tastiera principale come accade invece sui portatili, questa tastiera riesce ad offrire una barra spaziatrice più ampia e tasti Cmd e Alt meglio posizionati, rendendo complessivamenta la tastiera meno angusta quando si digita rapidamente. Include inoltre 19 tasti funzione che permettono di controllare facilmente la riproduzione musicale e funzioni come Mission Control ed Exposé.

E’ una tastiera wireless che promette fino ad un mese di utilizzo con una sola carica. In vendita su Apple Store (anche in versione grigio siderale) per 149 euro Si trova anche su Amazon a prezzi più bassi

Tastiera apple, la preferita dal utenti Mac

Logitech K780

Logitech K780 è una tastiera wireless per Mac, Windows, iOS e Android tutto in uno, con un elegante dock per iPad e iPhone e un tastierino numerico. Alla prova dei fatti, diventa irrinunciabile dopo pochi minuti. Esteticamente non si discosta molto dalle tastiere Apple a cui ogni utente è abituato: la superficie superiore che ospita i tasti è nera, e c’è poi anche una sezione rivestita in gomma bianca che esce nella parte rivolta al computer, atta a ospitare i device mobili, fattore più che benvenuto nel momento in cui, grazie al controllo incluso possiamo anche posizionarli comodi per l’utilizzo o la lettura. La pressione dei tasti è soddisfacente e la forma originale (circolare invece che quadrata) è un puro vezzo estetico, dato che durante la digitazione anche cieca il fatto non comporta nessun cambiamento.

Logitech K780
La tastiera Logitech K780

Logitech Craft

Questa tastiera wireless è probabilmente la migliore tastiera progettata per creativi su Mac e Windows. E’ elegante e con un corpo solido che la rende robusta e pesante, evitando che possa muoversi sul piano di lavoro durante l’uso. Rispetto a tastiere simili è più silenziosa e la forma scavata dei tasti li rende più comodi durante la digitazione, evitando errori di battuta.
Ha tasti retroilluminati LED come molte altre tastiere, ma con una differenza: grazie ad un sensore di prossimità, i tasti si illuminano solo quando le mani si avvicinano alla tastiera, una piccola caratteristica che però simboleggia l’attenzione ai dettagli che l’azienda ha curato durante lo sviluppo della tastiera.

L’elemento chiave di questa tastiera è il Dial incorporato in alto a sinistra, che simula quello di Microsoft e varia le sue funzioni in base all’app in uso. E’ già supportato da diverse app come Google Chrome, Photoshop e Illustrator, ma può essere anche programmato manualmente tramite l’app di Logitech.

Tastiera Logitech Craft
Tastiera Logitech Craft

 

Tastierino numerico Belkin

Questo piccolo tastierino numerico è un po’ caro, ma è ben costruito e sarà un utile add-on di chi ha bisogno di migliorare la produttività al Mac. Il design è simile a quello della tastiera Apple, con una scocca in alluminio ed ha le stesse dimensioni del Magic Trackpad di Apple, quindi si può affiancare ad una tastiera Apple con una piacevole continuità visiva.

Si collega al Mac tramite Bluetooth e si può usare in combinazione con la tastiera e il Magic Trackpad di Apple. Oltre ai tasti numerici offre alcuni pulsanti per la navigazione, come Pagina Su e Pagina giù, con un appropriato tasto Canc ed un pulsante di ricerca. Aggiunge anche alcuni tasti funzione da F13 a F16 diventando un’ottima estenzione delle tastiere esistenti.

Tastierino numerico Apple
Tastierino numerico Apple

Razer Ornata

Ornata è stata la prima tastiera con tecnologia rivoluzionaria Mecca-Membrane, un prodotto destinato a fare la storia delle tastiere sin dal suo lancio: anche se esistono altri modelli ibridi nel mercato, Questa tastiera rappresenta ad oggi un prodotto molto particolare, un misto di diverse tecnologie come non si vedeva da tempo nel mondo delle tastiere. L’idea che c’è alla base dell’ornata è quella di sviluppare un prodotto che unisca il meglio delle tecnologie: è in sostanza un ibrido dei due mondi, pensato per offrire la precisione delle tastiere meccaniche unitamente alla morbidezza di quelle a membrana, con un suono minore delle meccaniche ma che mantiene un tono “unico” che si fa riconoscere.

Per questa tastiera, Razer ha scelto una corsa media: la sensazione che si prova nell’utilizzo pratico è molto strana all’inizio ma ci si abitua in fretta. La risposta alla pressione del tasto è decisa ma morbida, con una sensazione di morbidezza all’inizio che diventa quasi elastica alla fine della corsa, con il tasto che in un certo senso spinge per tornare alla posizione iniziale. Il rumore, tipico delle tastiere meccaniche, qui è come ovattato, più lieve, ma palpabile e l’utilizzo a tastiera cieca è aiutato da una sensazione di sicurezza delle dita quando cercano i tasti che, dopo un po’ di disintossicazione da tastiere a membrana ultra sensibili come quella del nuovo MacBook Pro qui si lasciano accarezzare senza paura.

Se siete abituati al feedback tattile delle tastiere meccaniche Ornata vi sembrerà docile e propensa a seguirvi rispetto alle solite “ragazze cattive” come la Blackwidow Chroma, mentre per chi arriva da una tastiera a membrana un po’ di scotto lo paga, in particolare per la maggiore decisione necessaria per schiacciare i tasti, che da un lato rappresenta un vantaggio in termini di sicurezza, dall’altro aumenta l’impegno anche fisico.

Razer Ornata
Razer Ornata, una delle migliori tastiere al mondo

Trust Classicline

E’ tra le tastiere attualmente più economiche ma al contempo è affidabile e funzionale: è robusta, resistente, ha un’estetica classica ed è addirittura resistente all’acqua, quindi è l’ideale in ogni spazio di lavoro e sopravviverà anche se vi rovesciate sopra del caffè per una distrazione. Ha dimensioni standard e una disposizione dei tasti classica, con tasti dedicati per l’alimentazione, il risparmio energetico e la riattivazione. E’ stata sviluppata secondo il concetto Plug and Play, perciò è sufficiente inserire la spina nell’USB (il cavo è lungo 1.8 metri) del computer ed automaticamente la macchina installerà la tastiera in pochi secondi, consentendo di utilizzarla subito. Non occorrono quindi driver, CD o altro software.

Trust Classicline, tastiera economica
Trust Classicline, una supereconomica molto apprezzata

Logitech K400 Plus

Tastiera e trackpad tutto insieme. E’ questa l’essenza della Logitech K400 Plus, una tastiera che offre un sistema per scrivere su un Mac desktop stando seduti in poltrona rinunciando al mouse, oppure usarla con uno dei TV connessi che stanno andando per la maggiore. L’accessorio è la nuova versione, migliorata, di un accessorio di grande popolarità. È totalmente senza fili (utilizza la tecnologia proprietaria di Logitech basata su un ricevitore USB Unifying) ha la peculiarità di presentare una trackpad integrato da 9 centimetri. Questo significa che, oltre che permetterci di scrivere senza essere costretti a gestire uno o più cavi, siamo anche nella condizione di dire addio al mouse. Oltre a questo la tastiera ha batterie a lunga durata (fino a 12 mesi), crittografia a 128-bit, dimensioni e peso ridotto, base per collocazione verticale e ampio raggio di funzionamento, fino a 10 metri.

La tastiera non viene elencata come compatibile con Mac, ma in realtà lo è anche se non è possibile usare il software Setpoint per configurarla, una rinuncia che è un problema minore. La tastiera infatti, una volta connessa ad un computer Apple, viene riconosciuta automaticamente; può funzionare come un ottimo sostituto della Magic Trackpad (anche se non supporta alcune gesture) visto che la trackpad integrata è letta dal sistema operativo come un mouse e il pannello in preferenze di sistema permette di configurare la sensibilità e le gesture dello scrolling come ad esempio lo scorrimento a due dita.

È anche possibile rimappare i tasti, cambiando dal tipico layout Windows a quello Mac, usando il pannello di controllo Preferenze–>Tastiera–>Tasti modificatori Ricevitore USB. Funzionano anche i tasti volume (ma non quello home che è di utilità molto scarsa) Chi trovasse fastidioso il tap to click può disattivarlo premendo il tasto funzione e il tasto sinistro della trackpad.

Un utilizzo tipico della tastiera è quello con un Mac desktop o laptop collegato ad un TV o un grande schermo per navigare o usare applicazioni comodamente seduti in poltrona. La K400 Plus può essere utilizzata anche per eliminare una tastiera e un mouse a cavo e semplificare il nostro assetto sulla scrivania. È anche compatibile, come accennato, con diversi TV connessi. È quindi utilizzabile per navigare o vedere filmati Youtube, chattare o usare Skype.

Logitech K400 Plus
Logitech K400 Plus, dotata anche di una trackpad integrata

Corsair K55 RGB

La tastiera K55 RGB è una tastiera per gamer. Con 6 tasti macro dedicati programmabili, è accompagnata dalla tecnologia  anti-ghosting, assicurando cioè che le combinazioni di tasti premuti simultaneamente vengano eseguite correttamente. I pulsanti dedicati per volume e riproduzione multimediale consentono di controllare tutti i dispositivi senza interrompere il gioco, mentre la retroilluminazione RGB  e le 10 modalità intuitive di illuminazione forniscono un’illuminazione espressiva. I tasti sono silenziosi e reattivi e restituiscono una piacevole sensazione tattile. La tastiera è inoltre dotata di un morbido poggia polsi removibile in gomma che garantisce un comfort aggiuntivo durante le lunghe sessioni di gioco.

Corsair K55 RGB
Corsair K55 RGB, eccellente tastiera meccanica

Tastiera LMP USB Mac

In commercio ci sono moltissime tastiere che sono cloni delle tastiere Apple, ma molte sono di pessima qualità. Quella di LMP è invece eccellente e si avvicina molto a quella prodotta da Cupertino. Nella versione venduta da Amazon è disponibile in versione QWERTY italiana ed è costruita i maniera molto precisa e usa materiali di qualità: la copertura è i alluminio, i tasti sono incisi al laser (e non verniciati).

Da segnalare che funziona via cavo, una particolarità che è impossibile da trovare direttamente da Apple (che oggi ha solo tastiere Bluetooth) e per qualcuno questo è un significativo vantaggio. I tasti sono leggermente più spessi di quelli della tastiera originale ma la loro corsa e risposta sono soddisfacenti. Se cercate un prodotto che non vi obbliga a dipendere dal batteria e da settaggi, la LMP Mac è quel che vi serve.

Le migliori tastiere per Mac 2018


Per le nostre guide d’acquisti per prodotti Hi-Tech e accessori, Mac, iPhone, iPad vi rimandiamo alla sezione iGuida di macitynet.

Offerte Speciali

PowerBeats Pro con sconto nel carrello su Amazon:

PowerBeats Pro con sconto nel carrello su Amazon: 186 euro

Su Amazon continua lo sconto sui PowerBeats Pro. Prezzo interessante per le versioni nero e blu.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,422FansMi piace
95,277FollowerSegui