Recensione Star Wars Tie Advanced X1, Propel fa volare il Lato Oscuro

Macitynet testa Star Wars Tie Advanced X1, il drone Propel che combatte davvero, con raggi laser e acrobazie in volo o, in alternativa, vola e combatte virtualmente.

La moda dei droni nata ormai diversi anni fa tenta di evolversi, prendendo direzioni differenti dalla fotografia aerea, cercando di trasformare piccoli quadricotteri in videogiochi avanzati, in grado di abbinare il divertimento reale a quello virtuale. Se a questo “videogioco 2.0.” si aggiunge la firma di Star Wars, per i fan della serie, ma anche più semplicemente dei droni, è fatta: scatta l’acquisto, fosse anche solo per collezionarli. Ecco la nostra prova di Star Wars Tie Advanced X1, il drone da “gustare”, sin dall’apertura della confezione.

La confezione di Star Wars Tie Advanced X1
La confezione di Star Wars Tie Advanced X1

Recensione Star Wars Tie Advanced X1

Mai come questa volta il pack di vendita ha la sua importanza. Propel ha pensato davvero a tutto pur di dare ai collezionisti un pezzo davvero unico nel suo genere, che possa attirare l’attenzione sin dall’apertura della confezione. Al di là del cartonato, “sigillato” con il logo del Tie Advanced, che già permette di abbellire una qualsiasi scrivania o vetrina da collezione, l’unboxing è tutto da ascoltare e guardare. All’apertura del coperchio superiore, infatti, la piattaforma di lancio del drone prenderà vita, accendendosi letteralmente, grazie ad un fascio luminoso di LED a luce bianca, intonando anche i diversi background sonori della nota serie.

Star Wars Tie Advanced X1 fuori dalla scatola
Star Wars Tie Advanced X1 fuori dalla scatola

Il pack di vendita, insomma, accresce la bontà del drone, che diventa un oggetto da collezione per tutti coloro che hanno fatto dell’universo Star Wars un proprio punto di riferimento negli anni. Se in casa avete un piccolo “altare” dedicato alla serie, si tratta di un pezzo immancabile.

Star Wars Tie Advanced X1 fuori dalla scatola

Al di là del valore “collezionabile” del prodotto, i droni Propel volano sul serio. Non solo, forniscono all’utente un’esperienza videoludica che mescola la realtà con il mondo virtuale. Prima ancora di capire il perché, ecco come è fatto il drone. Leggero, anzi leggerissimo, pesa davvero pochi grammi, e ha una dimensione inferiori ai 6 centimetri. A differenza di molti altri quadricotteri del genere, il Tie Advaced X1 monta le piccole eliche sulla “pancia”, quindi sul basso, sistema che consente al drone di mantenere le forme quanto più fedeli alla controparte del film, e di assicurare una velocità superiore alla media, che stando alle caratteristiche del produttore assicura oltre 50 Km/h.

E’ alimentato da un pack batteria (ne sono presenti due all’interno della confezione), che riescono a far volare il piccolo drone per 6-8 minuti di volo, a seconda delle condizioni atmosferiche. Naturalmente, un volo indoor, quindi in completa assenza di vento, spingerà il drone verso gli 8 minuti, mentre all’aperto il dato è più vicino ai 6 minuti.

Star Wars Tie Advanced X1 visto da vicino
Star Wars Tie Advanced X1 visto da vicino

Il drone Star wars di Propel ha più utilizzi. Il primo, come già accennato combina virtuale e reale. Avviando l’app sul proprio smartphone, eseguendo le semplici operazioni richieste a schermo, si abbineranno drone, telecomando e smartphone. In questo modo una riproduzione virtuale del velivolo si muoverà a schermo sullo smartphone, mentre il drone prenderà il volo nella realtà. In questo modo l’utente dovrà completare le numerose missioni indicate a schermo, muovendo il drone in appositi spazi, entro determinati tempi limite. Insomma, un videogioco, che si muove anche nella realtà.

Star Wars Tie Advanced X1, un dettaglio dei perni delle eliche
Star Wars Tie Advanced X1, un dettaglio dei perni delle eliche

L’altra modalità di volo è quella tradizionale. In questo caso si potrà abbandonare lo smartphone, abbinando il drone al solo telecomando. Sono davvero tante le funzionalità offerte dal controller, che emana suoni ed effetti sonori ripresi dal film. Per far ciò, sul retro è posto un potente altoparlante, oltre ad un ingresso jack cuffie da 3,5 mm, nel caso in cui ci si volesse estraniare completamente dalla realtà, percependo i suoni in cuffia, così da creare anche un effetto isolante.

Il controller
Il controller

Al di là della possibilità di pilotare il drone come fosse un comune quadricottero, il Tie Advanced X1 di propel può compiere anche acrobazie a mezz’aria, semplicemente premendo i tasti dorsali del telecomando. Queste azioni acrobatiche potrebbero essere fini a se stessi, ma fungere da manovra eversiva quando si è in modalità combattimento. E’ proprio questa, infatti, l’opzione che rende unici i droni Propel.

Un altro dettaglio del controller del drone
Un altro dettaglio del controller del drone

Il drone, infatti, incorpora dei trasmettitori e ricevitori di combattimento infrarossi. Il pilota potrà usare solo un’ arma alla volta, attivandola con i tasti dorsali, quindi potendo alternare armi infrarosse o quelle ausiliarie. Il pulsante dorsale delle armi attiva i LED infrarossi o le armi ausiliarie, a seconda delle armi equipaggiate; se le armi ausiliarie sono attivate, i LED trasmettitori e ricevitori infrarossi saranno disattivati. Se i LED trasmettitori infrarossi sono attivati, i ricevitori laser saranno disattivati.

Un altro dettaglio del controller del drone

Quando si usa un’arma, sarà riprodotto un suono provenire dall’altoparlante del controller, o dalle cuffie, se connesse. Ovviamente, tale modalità ha senso quando si è in più giocatori, ciascuno con il proprio drone da combattimento. I trasmettitori infrarossi nella parte anteriore del drone invieranno un segnale, mentre i ricevitori infrarossi posizionati al di sotto del drone registreranno il colpo. Il combattimento IR è relativamente semplice, perché invia un segnale che potrà essere percepito dal ricevitore del drone colpito.

Le manopole del controller del drone
Le manopole del controller del drone

Quando il drone viene colpito dal nemico, reagirà e il suo volo verrà alterato. Durante questa fase, il drone non potrà essere colpito nuovamente.  Dopo aver subito il primo colpo il drone proseguirà nella traiettoria corrente, ma oscillerà avanti e indietro per due volte, in un movimento fluido. Ancora, il controller vibrerà per 3 secondi e un effetto sonoro particolare uscirà dall’altoparlante. Durante questo periodo, i 3 LED frontali lampeggeranno e il drone non reagirà in caso dovesse essere colpito nuovamente. Alla fine della manovra, solo 2 LED resteranno accesi e il giocatore che ha colpito il drone riceverà una notifica di colpo avvenuto sul controller.

Il logo del controller

Al secondo colpo subito, così come per il primo colpo, il movimento del drone sarà alterato in modo più aggressivo. Al terzo colpo subito, il drone entrerà in modalità atterraggio automatico e si abbasserà volteggiando. Questo decreterà il fine della battaglia.

I droni Propel Star Wars sono anzitutto diretti ad un pubblico di fan, colori i quali sono cresciuti a pane, acqua e Star Wars. Sono comunque divertenti, nella modalità combattimento, anche per coloro che non hanno mai visto un film della saga. In questo caso, però, sarà necessario munirsi di almeno due droni da far battagliare.

I droni Propel della serie Star wars si trovano anche su Amazon, direttamente a questo indirizzo.

PRO
  • Leggeri e stabili in volo
  • Pack per veri collezionisti
  • Modalità combattimento
  • Possibilità di volo virtuale con l’app
  • Due batterie incluse

CONTRO

  • Sistema batterie telecomando scomodo
  • Prezzo significativo per la categoria del prodotto