HomeMacityDroni e UAVI migliori droni del 2022, la scelta per tutte le tasche

I migliori droni del 2022, la scelta per tutte le tasche

Da quando è nata la moda dei droni non ha accennato a diminuire; anzi, ad oggi sono disponibili sul mercato soluzioni per tutte le tasche, con possibilità maggiori rispetto agli anni precedenti e in tutte le fasce di prezzo.

Se prima il volo con i droni era riservato solo ad una stretta cerchia di utenti, adesso è possibile, con le dovute cautele per il rispetto delle leggi, anche con una spesa davvero irrisoria, divertirsi e pilotare un quadricottero. La bella stagione per il volo è iniziata: ecco i migliori droni per tutte le fasce di prezzo.

Come scegliere un drone

Tipologie

Ad oggi sul mercato non si contano più i droni disponibili di svariati brand, di fasce di prezzo completamente differenti, che hanno finalità diverse. Esistono i droni giocattolo, quelli che possono comprarsi per poche decine di euro, ma che non mancano certamente di far divertire i piloti. Questi droni sono, prevalentemente, studiati per un utilizzo indoor, quindi all’interno delle mura domestiche.

Si tratta spesso di droni di piccole dimensioni, che volano per circa 7/10 minuti, e che spesso riescono a compiere acrobazie per aria. Ci sono poi droni per l’esterno, quasi sempre dotati di camera per riprendere le immagini dall’alto: in questo caso, importante sarà valutare il raggio di volo, la batteria, e le caratteristiche tecniche della videocamera e del controller.

Motori

Componente fondamentale per un drone è il reparto motori. La macrodistinzione che possiamo fare è quella da motori brushless e brushed. Senza mezzi termini, i primi risultano assolutamente i migliori, per diversi motivi. Senza scendere troppo nei particolari tecnici, i motori Brushless hanno il vantaggio di sprecare meno energia, di erogare maggiore potenza e di avere una gestione manutentiva molto limitata.

I migliori droni del 2022, la scelta per tutte le tasche
il motore di un drone

Si tratta di motori che assicurano una maggiore longevità: possono volare di continuo, sostituendo la batteria al drone, senza necessità di dover aspettare che si raffreddino. Inoltre, riescono a sollevare pesi maggiori, quindi possibilità di equipaggiare il drone con una camera e un gimbal per la stabilizzazione.

Al contrario, i motori brushed non hanno una propulsione particolarmente forte, quindi non possono portare pesi aggiuntivi, come action cam o gimbal, e prima di effettuare un secondo volo dovranno raffreddarsi.

Camera, gimbal e stabilizzazione immagini

I droni sono, in realtà, delle camere volanti. E’ vero, ci si diverte anche quando il drone non ha la telecamera, ma per molti è una componente fondamentale. Esistono diverse soluzioni per riprendere immagini dall’alto. Alcuni droni propongono una telecamera integrata, non removibile, spesso già alloggiata su un gimbal, mentre in alcuni casi è possibile acquistare il drone senza camera, potendola poi acquistare separatamente.

DJI Mini 3 Pro contro DJI Mini 2 ed SE, quale scegliere
Un primo piano della camera del Mini 3 Pro

Solitamente i droni più costosi propongono già una soluzione con camera integrata, con annesso gimbal per stabilizzare le immagini. I droni giocattolo hanno anche camere proprietarie, ma solitamente senza gimbal, e di qualità decisamente inferiore. Chi acquista un drone da poche decine di euro potrà sì visualizzare le immagini riprese dal drone, ma avranno una qualità insufficiente e, soprattutto, saranno decisamente mosse.

Esistono poi droni da poche centinaia di euro, sulle quali è possibile montare action came di qualità e gimbal: in alcuni casi, anche droni professionali non proprongono una camera integrata, ma lasciano all’utente il compito di sceglierla e innestarla all’interno di gimbal di qualità.

Inoltre, è bene differenziare i droni FPV, da quelli che non godono di questa caratteristica. Il volo FPV consente di ricevere in tempo reale l’immagine dalla camera del drone, così da poterli pilotare anche a distanza.

dji mavic 3 uff 15

Per quanto riguarda la stabilizzazione dell’immagine esistono principalmente due macro categoria: stabilizzazione meccanica e stabilizzazione software, anche se ultimamente si assiste ad un mix tra le due soluzioni (come nel caso di DJI Spark). Un gimbal meccanico è un supporto motorizzato, che muove la telecamera per compensare le vibrazioni del drone. Tutti gli ultimi droni DJI offrono stabilizzazione meccanica, mentre Parrot, ad esempio, sfrutta una stabilizzazione software, ma con risultati comunque eccellenti, apprezzabili sulla linea Bebop.

Raggio di volo del drone

Sebbene normative ENAC impongano di controllare a vista il proprio drone quando si vola, i vari quadricotteri in commercio hanno range di volo che variano da poche decine di metri, a chilometri di distanza. I droni giocattolo, solitamente, permettono di allontanarsi di qualche decina di metri, mentre quelli più costosi, anche attraverso la connessione WiFi dello smartphone, riescono a raggiungere distanze superiori ai 100 metri. Quando poi si sceglie un drone di fascia alta, si può arrivare a pilotarlo anche a chilometri di distanza.

Anche tra i droni di fascia alta, però, va fatta una differenza: alcuni, come Mavic Pro, Phantom 4, o superiori, offrono collegamenti proprietari tra radiocomando e drone, che permettono di pilotare il velivolo a chilometri di distanza, con tanto di segnale video a smartphone e tablet particolarmente fluido. Altri droni, come ad esempio Mavic Air, sebbene dispongano di un radiocomando potente, in grado di spingere il drone a 500 metri (diversi chilometri in FCC), dispongono di un segnale video solo WiFi, quindi con qualche lag nell’immagine trasmessa dal drone, se particolarmente lontani.

Droni, legge e documento ENAC

Considerando che si tratta di una materia davvero dinamica, spesso soggetta a modifiche, il consiglio è quello di aggiornarsi direttamente con le fonti ufficiali. A questo indirizzo potete leggere l’ultima regolamentazione ad oggi applicata.

Patentino drone A1/A3, come ottenerlo completamente gratis

Ecco quali secondo noi sono i migliori droni in commercio, per le varie fasce di prezzo.

Obbligo di patentino

Quando si sceglie un drone, naturalmente, occorre anche fare i conti con il patentino. Ad oggi è possibile pilotare senza patentino droni con peso inferiore a 250 grammi. Per questo, nella scelta, il peso del drone ha un ruolo chiave e fondamentale.

Modelli per fascia di prezzo

Sotto i 100 Euro

  • Micro Droni

Una categoria davvero divertente, e che consigliamo come regalo per i più piccoli, è certamente quella dei micro droni. Si tratta di velivoli che stanno nel palmo di una mano e che, certamente, possono (devono) essere utilizzati al chiuso. Su Amazon la lista è davvero infinita, e tutti con le stesse caratteristiche, più o meno. Si tratta di giocattoli che non hanno ovviamente molte pretese, che nella maggior parte dei casi non scattano foto, ne registrano video, e che hanno un range di volo limitato a pochi minuti. Ciò nonostante, si tratta di mezzi davvero interessanti e divertenti, che spesso riescono anche a compiere acrobazie a mezz’aria, per stupire i propri amici.

A questo indirizzo ne trovate un modello a meno di 40 euro e con tre batterie in confezione.

  • SANROCK U52

Se volete salire di potenzialità, ma senza spendere molto, vi consigliamo un drone come quello di Sanrock U52. Si tratta di un quadricottero pronto al decollo e, anche in questo caso, per iniziare. Questa volta, però, è presente a bordo una telecamera che permetterà di registrare video e scattare foto, oltre a poter guardare il flusso video in diretta sul proprio smartphone, mentre lo si pilota. Il drone, inoltre, propone alcune modalità avanzate, come il mantenimento dell’altitudine automatica in volo, e la possibilità di compiere flip a mezz’aria. Incluso in confezione, naturalmente, il radio comando, che permetterà di pilotare il drone a circa 100 metri di distanza.

Potete acquistarlo su Amazon, al momento in cui scriviamo, a circa 80 euro.

I migliori droni di inizio 2019, la scelta per tutte le tasche

 

 

Tra i 50 e i 100 euro

  • Tello Ryze

Realizzato da Ryze in collaborazione con DJI, Tello è un piccolo drone che pesa solo 80 grammi, con un corpo davvero contenuto, con misure pari a 98 x 92,5 x 41 millimetri, con eliche da soli 3 pollici. Non godrà certamente di tutti i sensori che accompagnano il volo sui droni di fascia alta, ma ospita a bordo un telemetro, barometro, LED, vision system, Wi-Fi e altro ancora. Interessante è la possibilità, per la prima volta di usare il drone come una estensione di Scratch, il software open del MIT per insegnare ai più piccoli l’uso della programmazione e della combinazione tra sensori, robot e codice.

Ha una distanza massima di volo di appena 100 metri, e può raggiungere una velocità massima di 28 chilometri orari, con un tempo di volo massimo di 13 minuti.

Su Amazon costa 99 euro.

Sotto i 200 Euro

Hubsan H501A X4

Sotto i 200 euro è difficile trovare un drone performante, ma se trovate questo Hubsan H501A X4 allora acquistatelo. Si tratta di un drone con GPS e camera a 1080P. Si controlla da smartphone, ed è per questo che il prezzo è così contenuto, proprio perché in confezione non c’è radiocomando. Le immagini vengono trasferite in tempo reale sullo schermo, ed è possibile pure tracciare un percorso da far seguire al drone. Tante le modalità di volo, anche quella touch and Fly, che consente di toccare un punto sulla mappa per vedere il drone muoversi da solo, così da godere del paesaggio.

La particolarità del drone sono i motori Brushless, così da essere più stabile in volo, e certamente più resistente. La batteria integrata assicura un volo per circa 20 minuti. Naturalmente, il prezzo così contenuto non vi darà diritto ad un gimbal, ragion per la quale le immagini non saranno troppo stabili, ma la qualità complessiva del drone vale davvero quel che costa, anche perché il drone gode di fail safe mode: se qualcosa va storto e perdete il segnale, il drone tornerà da voi automaticamente.

Potete acquistarlo direttamente a questo indirizzo.

I migliori droni del 2021, la scelta per tutte le tasche

 

Sotto i 450 Euro

  • DJI Mini 2

Non c’è storia, almeno al momento. Se il vostro budget è di circa 400 euro, o giù di lì, la scelta migliore è il DJI Mini 2. E’ facile da pilotare, e tra i suoi vantaggi il peso di 249 euro, che permette di essere pilotato senza patentino. Si tratta di un drone consumer comunque semi professionale, che permette di effettuare riprese aeree in 4K, naturalmente stabilizzate tramite gimbal meccanico a tre assi.

Come tutti i droni DJI, i sensori di posizione e visione altamente performanti aiutano Mini 2 a mantenere uno stazionamento preciso, mentre il GPS tiene sotto controllo la posizione del drone, mentre i sensori di visione inferiori scannerizzano il terreno sottostante e assistono l’atterraggio automatico.

DJI Mini 2, il drone ultraleggero sotti i 250 g ora ha 4K e trasmissione Ocusync

DJI Mini 2 mantiene l’iconico design foldable che permette al drone, già piccolo di per sé, di diventare ancor più portatile. Dimensioni a parte, come già accennato, propone caratteristiche di alto livello, ad iniziare da OcuSync 2.0, la tecnologia di trasmissione DJI per  assicurare una connessione stabile, efficiente e a lunga distanza tra il controller ed il drone.

A livello di fotocamere, propone  sensori da 1/2.3 pollici, capaci di scattare foto a 12 MP e registrare video ad una risoluzione massima di 4K/30fps @100 Mbps. In più, le immagini possono essere salvate in JPEG standard e RAW, permettendo anche agli utenti più esperti di modificare i montaggi successivamente. Filmati fluidi e foto non mosse sono ora possibili grazie allo stabilizzatore a 3 assi leader del settore, che compensa il movimento del drone, il vento e molto altro.

HPFW2 AV3

Su Amazon si trova quasi sempre a 400 euro come usato, ma anche il nuovo non supera i 450 euro. Clicca qui per acquistarlo.

  • FIMI X8 Mini

Diretto concorrente del DJI Mini 2, FIMI X8 Mini è un drone di tutto rispetto. Anzitutto in termini di qualità della ripresa, dato che consente di girare filmati in 4K. Naturalmente, gode di tutti quei sensori per il tracciamento intelligente delle persone, ma come già anticipato bisogna fare attenzione alla batteria. Infatti, solo nella versione PRO la batteria risulta più leggera, e in grado di far pesare l’intero drone meno di 245 grammi, così da poter essere pilotato senza patentino. La batteria standard agli ioni di litio, invece, aumenta il peso a 258 grammi.

FIMI x8 Mini, il drone che si può guidare senza patentino in offerta a 369 euro

In termini di fotocamere, l’X8 Mini offre un sensore da 12 megapixel 1/2,6 pollici con ottica F/2.0 su un gimbal a 3 assi in grado di creare video HDR 4K a 30 fps e velocità dati 100 Mbit. Non mancano le diverse modalità come quella notturna, Hyperlapse o la possibilità di fare live streaming.

FIMI x8 Mini, il drone che si può guidare senza patentino in offerta a 369 euro

Varie funzioni intelligenti ricordano l’Active Track di DJI e aiutano a tracciare una persona e ad atterrare o tornare a casa automaticamente quando la batteria è scarica.

FIMI x8 Mini, il drone che si può guidare senza patentino in offerta a 369 euro

Fimi pubblicizza circa 30 minuti di volo con entrambi i tipi di batteria, PRO e Standard, velocità di volo fino a 16 metri/s e un’altitudine di volo massima di 4.000 metri, con un range ipotetico di pilotaggio fino a 8Km.

Il prezzo è di circa 450 euro direttamente su Amazon a questo indirizzo. Se volete risparmiare circa 100 euro, però, non vi resta che cliccare a questo indirizzo.

HUBSAN ZINO MINI SE

Design pieghevole ultraleggero da 249 grammi anche per questo Hubsan, che sfida per l’appunto il DJI mini 2. Propone un gimbal a 3 assi con fotocamera 4K, che adotta un sensore CMOS da 1/2.6 pollici, in grado di registrare video in 4K/30fps H.264 100Mbps. Ha un tempo di volo massimo di 45 minuti e arriva a una distanza massima di 9 km, grazie alla tecnologia Hubsan Syncleas 2.0.

I migliori droni del 2021, la scelta per tutte le tasche

Su Amazon si acquista nel momento in cui scriviamo a 470 euro.

Sotto i 1000 Euro

  • DJI Mini 3 Pro

E’ l’ultimo in ordine cronologico rilasciato da DJI e, per molti aspetti, è probabilmente il miglior drone del 2022 che possiate acquistare. Tanti i pro che offre, a partire dal peso, inferiore ai 250 grammi e quindi senza necessità di patentino per pilotarlo. A differenza dei predecessori, bracci ed eliche sono stati ridisegnati per aumentare l’aerodinamica e, conseguentemente, il tempo di volo, che adesso arriva a 34 minuti con una singola ricarica. Nonostante sia così compatto, DJI ha ripreso dai droni di fascia alta molte caratteristiche e funzionalità. Ad esempio, DJI Mini 3 Pro integra nuovi sensori che consentono per la prima volta il rilevamento degli ostacoli tridirezionale.

Ecco DJI Mini 3 Pro, disponibile a partire da 749 euro

 

Il drone guarderà, dunque, in avanti, indietro e verso il basso con i suoi sensori, anche se primi i primi due hanno un campo visivo più ampio. Il nuovo drone integra la tecnologia Advanced Pilot Assistance Systems (APAS) 4.0, così da poter trovare automaticamente un modo sicuro per aggirare eventuali ostacoli durante il volo.

Ecco DJI Mini 3 Pro, disponibile a partire da 749 euro

Se si parla di fotocamera,  DJI Mini 3 Pro ha un sensore CMOS da 48 MP da 1/1,3 pollici con pixel da 2,4 micrometri e un’apertura f/1,7. La dimensione dei pixel più grande offre prestazioni migliorate in condizioni di scarsa illuminazione e nelle riprese notturne. Per la prima volta sulla serie mini, inoltre, i piloti potranno registrare video fino a 4K a 60fps. Peraltro, il gimbal integrato, che dunque assicurerà video estremamente stabili, può riprendere anche in modalità verticale, dunque pronto per inviarli sulle piattaforme social. Il range di volo dichiarato è di 12 km.

Ecco DJI Mini 3 Pro, disponibile a partire da 749 euro

Il DJI Mini 3 Pro è disponibile oggi dal sito web di DJI, ma anche su Amazon, dove al momento è presente la versione con radiocomando N1 da 879 euro, e quella da 1009 euro con il nuovo remote control. Le prime consegne sono previste per il 17 maggio. Potete anche acquistarlo dal sito web ufficiale, dove è disponibile anche la versione senza radiocomando da 749 euro.

  • Mavic Air 2S

Lo abbiamo recensito a questo indirizzo, al momento si tratta di un ottimo drone, che nonostante caratteristiche professionali, riesce ancora ancora a contenere il prezzo sotto i 1000 euro. La caratteristica principale per cui sceglierlo è certamente il reparto camera. Quanto al sensore, si tratta di un sensore da 1 pollice e 20 megapixel. Sebbene sia una risoluzione inferiore rispetto al sensore da 1/2 pollice da 48 megapixel che si trova nel Mavic Air 2, le sue dimensioni fisiche maggiori propongono grandi vantaggi in termini di prestazioni, specialmente in condizioni di scarsa illuminazione. Il sensore ha specifiche simili a quelle apprezzate sul Mavic 2 Pro, che offriva un’eccellente qualità dell’immagine.

Su Amazon potete acquistarlo direttamente a questo indirizzo.

DJI Air 2S,

Sopra i 1000 Euro

  • DJI FPV

Cambiamo completamente genere. DJI FPV è un drone che cambia completamente la prospettiva di volo e, come lascia intendere lo stesso nome, vi mette a bordo in prima persona.

Il DJI FPV ha circa le dimensioni di un Mavic, ma è un pò più alto con le braccia dell’elica che non si piegano. DJI ha optato per un’elica a tre pale sull’FPV, un design molto più potente, ma anche molto più rumoroso. Propone un gimbal ad asse singolo, che ingloba una videocamera 4K che registra a 60 frame al secondo. Il gimbal può puntare verso l’alto.

Dato che DJI FPV è un drone da corsa ibrido, è anche veloce, e riesce a raggiungere l’incredibile velocità di 140 km/h. Fedele al nome, DJI FPV si concentra sull’esperienza FPV. Il giunto cardanico della fotocamera ad asse singolo fornisce una visione più realistica possibile del volo, anche grazie al visore VR incluso.

Offre diverse modalità di volo, tra cui modalità N, che offre la tipica esperienza di un drone con fotocamera e GPS. La modalità S è una modalità sportiva, ma include anche un’inclinazione extra nel drone, in modo da iniziare a familiarizzare con una guida totalmente diversa e più vicina a quella dei piloti da corsa. Infine, la modalità M è quella che più si allontana dal metodo di controllo tradizionale.

DJI FPV reinventa il volo in prima persona, disponibile a 1349 euro

Ovviamente, anche in questa modalità M ci sono pulsanti per attivare l’hover automatico o attivare la funzione di ritorno a casa per un atterraggio sicuro e automatico. La modalità N arriva a circa 50 km/h, la modalità S salta quasi a 100 km/h, e la modalità M a 140  km/h. Quasi il doppio del drone Mavic più veloce al momento in commercio.

Al momento è possibile acquistarlo su Amazon a circa 1200 euro direttamente qui.

Autel Robotics EVO Nano Plus

Il drone Autel Robotics EVO Nano plus 4K è l’ultima ispirazione 2022 rilasciata dalla casa produttrice per appassionati di droni di consumo. E’ equipaggiato da un sensore CMOS da 1/1,28 pollici, ed è in grado di registrare video 4K a 30fps, 2.7K  a 30fps o 1080P a 30fps e scattare fotografie da 50 MP. L’apertura è di F/1.9, la gamma ISO 100-3200, mentre a livello di zoom Nano plus supporta quello digitale 1-16 volte.

I migliori droni del 2021, la scelta per tutte le tasche

Il corpo super compatto fa pesare il drone appena 249 grammi, mentre le sue dimensioni da piegato sono di 140*90*50mm.

Su Amazon al momento viene proposta a poco più di 1000 euro

Sopra i 2000 euro

  • Mavic 3

Appena presentato DJI Mavic 3 spicca per la fotocamera Hasselblad L2D-20c con sensore CMOS in formato 4:3 per garantire scatti di alta qualità in ogni condizione d’utilizzo, caratterizzati da una risoluzione di 20 megapixel e da una gamma dinamica di 12,8 stop. Questo assicura immagini pulite e prive di rumore, anche quando il drone vola in condizioni di scarsa luminosità, e una profondità cromatica estesa nei punti di maggiore intensità luminosa e massima profondità delle ombre.

Alla fotocamera Hasselblad è affiancato un obiettivo zoom 28x con apertura massima f/4.4 utile per avvicinare soggetti lontani mantenendo inalterata la distanza fra questi e il drone. La seconda ottica brilla in modo particolare quando il drone vola su animali selvatici da riprendere nella natura senza disturbarli.

dji mavic 3 uff 50

Le prestazioni in fase di registrazione video del nuovo drone DJI Mavic 3 ridefiniscono lo standard per la categoria dei droni consumer di livello avanzato. La ricchezza cromatica del cielo e di ogni soggetto ripreso in volo è merito del profilo colore D-Log a 10 bit che consente di gestire un miliardo di colori, mentre le risoluzioni massime raggiunte in fase di cattura sono pari a 5.1K a 50 fps e 4K a 120 fps, non appena sarà rilasciato un aggiornamento firmware.

Nella versione Cine, Mavic 3 supporta anche la codifica Apple ProRes 422 HQ, per una quantità massima di dati acquisiti di 3.772 Mbit per secondo, integra una unità SSD interna da 1TB e permette il trasferimento di video e immagini ad alta velocità verso il computer grazie al cavo Lightspeed da 10 Gbit/s in dotazione.

dji mavic 3 uff 41

Il drone è inoltre dotato della tecnologia di trasmissione ottimizzata DJI O3+ che permette al pilota di avere il massimo controllo in un raggio di 15km e un feed live sul display con qualità 1080p/60fps, un aggiornamento significativo rispetto alla serie Mavic 2 che permette di godere in tempo reale di immagini di qualità prossima a quelle registrate.

Disponibilità e prezzi

Droni e prodotti DJI sono distribuiti in Italia da Nital:

• DJI Mavic 3 Standard Version (2.199,00 €): drone DJI Mavic 3, una batteria intelligente, radiocomando RC-N1, cavi del radiocomando, caricabatterie, eliche di ricambio e altri oggetti base

• DJI Mavic 3 Fly More Combo (2.829,00 €): drone DJI Mavic 3, tre batterie intelligenti, radiocomando RC-N1, cavi del radiocomando, caricabatterie, hub caricabatterie, borsa convertibile, eliche di ricambio, kit di filtri ND (ND4\8\16\32) e altri oggetti base.

•    DJI Mavic 3 Cine Premium Combo (4.839,00 €): drone DJI Mavic 3, tre batterie intelligenti, radiocomando DJI RC Pro, caricabatterie, hub caricabatterie, eliche di ricambio, kit di filtri ND (ND4\8\16\32) e kit di filtri ND (ND64\128\256\512), borse convertibile, cavo da Lightspeed 10G USB-C a USB-C.

Offerte Speciali

macbook pro 16 in sconto su amazon

MacBook Pro M1 16 da 512 GB minimo a 2399€, spedito subito

Su Amazon comprate in sconto di 450 euro il MacBook Pro 16" con processore M1 da 52 GB. Ribasso del 16% e pagamento a rate senza interessi né garanzie e spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial