Recensione Winnergear Hero, gli auricolari true wireless per sportivi

Macitynet prova Winnergear Hero, un paio di auricolari progettati appositamente per ascoltare la musica senza fastidiosi cavi durante l’attività sportiva: la qualità audio supera qualsiasi aspettativa

Con Winnergear Hero non rimpiangerete nessuno dei vostri auricolari Bluetooth utilizzati in palestra, anzi: vi chiederete perché non li avete acquistati prima. O almeno questa è stata la nostra impressione dopo averli sfilati dalle orecchie in seguito ad un’intensa corsa sul tapis roulant, apprezzando l’elevata stabilità degli auricolari nelle orecchie e la totale assenza di cavi.

Si tratta infatti di auricolari true wireless che, come AirPods, non sono collegati tra loro da nessun cavo, ma con un enorme vantaggio dal punto di vista della stabilità per via del sistema di doppie alette in gomma, che praticamente incolla le cuffie alle orecchie. Li abbiamo provati per qualche settimana, finendo per innamorarci anche dell’ottima insonorizzazione: nel momento in cui scriviamo li stiamo indossando ancora una volta con Orinoco Flow di Enya in riproduzione al 70% del volume e non riusciamo a percepire neppure il minimo click della nostra rumorosa tastiera.

recensione winnergear hero

Come sono fatti

Gli auricolari sono realizzati in plastica satinata apparentemente robusta. Sono molto leggeri e ciascuno è accompagnato da un’ampia aletta in gomma che avvolge gran parte della cassa dell’auricolare e presenta una piccola sporgenza sul lato inferiore, aumentando così di molto l’aderenza della cuffia quando infilata all’interno della cavità auricolare.

I gommini sono di tipo in-ear e ben si adattano all’orecchio di chiunque grazie a quelli sostitutivi inclusi in confezione. Esternamente, ciascuno riporta un pulsante dedicato all’accensione ed alla gestione delle varie funzionalità, mentre l’auricolare sinistro (L) presenta una piccola apertura per il microfono.

Singolo auricolare
Misure: 2.8 x 1.5 centimetri
Peso: 6 grammi

recensione winnergear hero

Nella confezione è inclusa anche una custodia dalla forma cilindrica: la metà inferiore è realizzata in alluminio spazzolato mentre il coperchio è in plastica satinata. Oltre a permetterci di riporli quando non sono in uso evitando così il rischio di perderli, può anche ricaricare la batteria degli auricolari estendendone l’autonomia. C’è un pratico pulsante sul retro che permette di attivare la ricarica all’occorrenza, lasciandoci così decidere quando usarla soltanto come custodia oppure quando avviare anche la ricarica delle cuffie.

Custodia
Misure: 5 x 4.4 centimetri
Peso: 50 grammi

recensione winnergear hero

Accoppiamento Bluetooth

Per collegarli ad uno smartphone è necessario tenere premuto il tasto di accensione della cuffia sinistra (L) per più di tre secondi, finché l’indicatore LED non comincerà a lampeggiare alternativamente di rosso e blu. A quel punto si dovrà attivare il Bluetooth sullo smartphone e cercare e selezionare HERO HEARBUDS dalla lista dei dispositivi trovati. Successivamente è sufficiente accendere anche l’auricolare destro (R), che si collegherà automaticamente al sinistro (L). Niente di più semplice.

Per spegnere le cuffie è sufficiente spegnere uno dei due: l’altro si spegnerà automaticamente.

Controlli

Per avviare/arrestare la riproduzione musicale e saltare al brano successivo è sufficiente premere rispettivamente una o due volte il tasto di accensione su uno dei due auricolari, mentre per passare al brano precedente è necessario effettuare un triplo click sull’auricolare sinistro (L).

Per rispondere a una telefonata in entrata è invece necessario gestire tutto con l’auricolare sinistro (L), l’unico ad avere il microfono (tenetelo a mente se volete usarne soltanto uno per gestire le sole telefonate. Un click risponde a una telefonata in entrata oppure riaggancia a una in corso, un click prolungato rifiuta la chiamata in arrivo.

Purtroppo non c’è modo di regolare il volume o interagire con Siri : per entrambe le operazioni bisognerà fare riferimento allo smartphone collegato in Bluetooth.

Autonomia

Una singola carica degli auricolari (si ricaricano completamente in circa un’ora e mezza) promette fino a 3 ore di riproduzione musicale continuata, mentre la custodia può garantire fino a quattro ricariche complete di ciascun auricolare, per un totale di 12 ore di autonomia aggiuntiva.

Come vanno

Queste cuffie ci hanno stupito innanzitutto per la loro elevata stabilità . Gli auricolari restano praticamente incollati alle orecchie anche se proviamo a scuotere violentemente la testa o se effettuiamo salti e scatti di corsa. La stabilità è eccellente, migliore anche di diverse cuffie Bluetooth che collegano i due auricolari tramite filo.

Qui è proprio la sua assenza che rende l’ingombro minimo eliminando peso superfluo e impedimenti dettati da un cavo che scorre dietro la nuca. Come abbiamo scritto in precedenza, è certo anche merito dell’ampia copertura in gomma che aumenta la superficie aderente all’orecchio, in più la doppia aletta offre un bloccaggio davvero efficace (in confezione ci sono tre set di alette di diversa misura tra S, M e L).

Qualità audio

Il secondo punto a favore va alla qualità audio . Questi auricolari non hanno nulla da invidiare a nessuna delle cuffie per sportivi attualmente in commercio e forse neppure a cuffie dedicate all’ascolto musicale che si aggirano intorno alla stessa fascia di prezzo. Qui infatti ci sembra quasi di non pagare la tecnologia true wireless, tanto è ottima la riproduzione dell’intero spettro sonoro.

Risultano infatti chiare alle frequenze più alte e pompano molto ai bassi, con medie frequenze corpose ed avvolgenti. Questa qualità non si percepisce se si ascolta la musica intorno al 30% del volume, mentre diventa evidente quando si porta il livello intorno al 60–70%: oltre non siamo riusciti ad andare, quantomeno in casa, tanto sono potenti e ottimamente insonorizzate .

Trovata la giusta combinazione di gommino in-ear e aletta per ciascun auricolare, il rumore dei tasti della tastiera sulla quale stiamo digitando in questo momento risulta già debole anche con la musica completamente spenta, mentre sparisce completamente ogni suono non appena avviamo la riproduzione di un qualsiasi brano. Sembra quasi di avere a che fare con una tecnologia di cancellazione attiva del rumore, anche se non c’è effettivamente nulla del genere.

Conclusioni

Difficile chiedere di meglio ad un paio di auricolari che sono per altro progettati per l’ascolto musicale durante l’attività sportiva, quindi senza la pretesa di sostituire le cuffie di audiofili o di chi cerca solo un valido compagno per ascoltare la musica mentre ci si rilassa sul divano.

Gli auricolari sono piccoli, leggeri, stabili e offrono una qualità audio eccellente, specialmente alle basse frequenze, proprio perché mirano a garantire bassi che pompano e danno la carica durante gli allenamenti.

Non c’è un tasto per regolare il volume dalle cuffie e manca la possibilità di interagire con Siri: sebbene sia possibile sfruttare l’auricolare sinistro per rispondere al volo a una telefonata in entrata non ci sono funzioni dedicate per poter richiamare l’ultimo numero o dialogare con l’assistente vocale per instradare una nuova chiamata, quindi chi cerca un paio di auricolari true wireless per queste funzioni deve necessariamente volgere lo sguardo altrove.

Ma se l’obiettivo è allenarsi in palestra ed eliminare completamente l’ingombro dei cavi ed assicurarsi un’insonorizzazione capace di estraniare completamente l’utente dai rumori esterni, questi auricolari potrebbero davvero essere la scelta giusta.

Prezzo al pubblico

Winnergear Hero sono in vendita sul sito ufficiale per 149,99 dollari. Nel momento in cui scriviamo sono in vendita anche su Amazon per 79,99 euro.